Ad Altilia un incontro fra sindaci sul futuro del territorio. De Rose: “costruiamo il grande Comune del Basso Savuto”

PROPOSTO da Pasquale De Rose (nella foto), si è svolto presso la sede municipale di Altilia, un incontro per concordare un piano per attingere ai finanziamenti, per la realizzazione di progetti, per lo sviluppo del territorio. Hanno preso parte alla riunione i sindaci dei Comuni di Grimaldi, Scigliano, Motta Santa Lucia, Malito. Il sindaco di Altilia ha illustrato, su un incontro avuto con alcuni professionisti, esperti del Ministero alle Infrastrutture, per l’elaborazione di una proposta progettuale che investe l’intero territorio del Basso Savuto, per creare una serie di opere e servizi di interesse generale. De Rose ha fatto presente ai colleghi, che la collaborazione dei Municipi potrà garantire la forza necessaria per investimenti seri, per la nostra zona. Gli attratori elencati sono: recupero delle abitazioni dei Centri Storici, per realizzare Paesi Albergo, siti archeologici, piste ciclabili, parchi e riserve naturali.

L’obiettivo di dare spazio ad un turismo culturale, religioso, per i nostri comuni ricchi di storia, di tradizioni. Un concetto di ospitalità che serve anche per una crescita sociale. Verranno privilegiati i recuperi delle strutture esistenti. Si creerà una filiera per le nostre comunità, necessaria per sostenere i flussi turistici e creare particolare interesse per i prodotti agricoli, le fattorie didattiche, valorizzando la gastronomia locale. su altri territori della Calabria, con questa impostazione di coesione dei territori – ha sottolineato De Rose – i finanziamenti sono arrivati e si avviano ad essere cantierabili. La nostra zona, i comuni che si affacciano sul Basso Savuto, a pochi minuti dal mare, dall’aeroporto di Lamezia Terme, dall’alto piano silano, hanno le giuste caratteristiche per partecipare, a pieno titolo, per ottenere le risorse economiche. I sindaci hanno espresso condivisione e, nei prossimi giorni, si terrà un incontro operativo, con la presenza dei tecnici per preparare la scheda e la relazione opportuna da presentare ai Ministeri competenti.

Nel corso dell’incontro, si è esaminato l’esigenza della fusione, per dare vita ad un grande Comune sul Savuto, proprio in base alle nuove disposizioni del Governo. È ormai una urgenza unirci per un comune unico – ha affermato De Rose. I tagli dei trasferimenti dal Governo, continueranno con più consistenza, sopprimendo anche i servizi essenziali dei nostri piccoli centri. Una fusione potrà considerare un Comune intorno ai 10mila abitanti, garantendo la sopravvivenza per gli anni che verranno. Non bisogna più perdere tempo, una commissione potrà aiutare nel deliberare le fusioni tra Comuni e chiedere Referendum rispettando la volontà popolare.

Sui temi trattati, per creare un progetto di sviluppo, in sinergia sulla fusione per dare vita ad un grande Comune, i sindaci presenti all’incontro hanno espresso parere favorevole. Si sono dati appuntamento nei prossimi giorni per approfondire gli argomenti iniziando un percorso con l’obbiettivo di creare un grande Comune del basso Savuto.

Il sindaco De Rose ha invitato i colleghi a non perdere altro tempo prezioso. Crediamoci e partiamo. È un bene per le future generazioni.

Data: 19 aprile 2017.

Fonte: Comune di Altilia (Cosenza).

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com