Colosimi piange la scomparsa di Giovanni Toscano, presidente dell’Avis cittadina. “E’ stato un esempio per la Comunità”

L’AVIS comunale di Colosimi è in lutto per la scomparsa del suo presidente Giovanni Toscano (nella foto). Un mare di gente, amici, colleghi e rappresentanti di associazioni ed enti locali hanno partecipato alle esequie che si sono svolte la vigilia di Pasqua nella chiesa Madonna dell’Assunta a Colosimi. La generosità e l’altruismo di Giovanni sono stati i punti cardini della sua vita, al punto che anche la sua prematura morte con la donazione delle cornea testimonia quanto grande fosse l’amore per la vita e verso i sofferenti. Aveva 65 anni, lascia la moglie e tre figli. Pensionato delle Ferrovie della Calabria, Toscano, da sempre si è dedicato al sociale e allo sport del calcio (dirigente e responsabile settore giovanile) dell’associazione sportiva locale e nel contempo con altri volontari ha preso in mano e fatto nascere la sezione comunale dell’Avis di Colosimi. Un uomo amato e stimato in loco e nei paesi del Savuto e del Reventino, apprezzato sul lavoro dai colleghi e dai dirigenti. Forte la sua passione per il calcio, ma soprattutto per essersi dedicato con amore e totale dedizione agli alti Ideali Avisini da oltre 10 anni. Presidente dell’Avis da sempre, ha portato le donazioni ad alti livelli, il cui pensiero che lo assillava erano i tanti malati bisognosi di sangue. Un esempio da imitare per i donatori che lo piangono, coscienti di aver perso oltre che un amico uno stimolo un trascinatore. Giovanni Toscano, come nella vita terrena, anche nella morte ha pensato agli altri, come sua volontà la moglie ha autorizzato l’espianto delle cornea; un gesto di grande generosità attraverso che consente a qualcuno di riappropriarsi della vista. L’Avis comunale e provinciale, grata per l’impegno profuso e nel perenne ricordo si sono stretti introno alla famiglia, a cui si è aggiunto il cordoglio dell’Amministrazione comunale del sindaco Manolo Talarico, della Pro Loco, della Croce rossa e associazione sportiva. Unanime la testimonianza che l’associazione e il volontariato perdono una persona speciale e preziosa, umana e disponibile, persona molto amata dai giovani per il suo carattere. I soci dell’Avis forti dell’eredità e dell’insegnamento di Giovanni sono determinati nel continuare il progetto con lui avviato anni fa.

Pasquale Taverna

Data: 20 aprile 2017.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com