“L’autostima, questo aspetto della nostra esistenza (e della nostra persona)” *

*di Maria Simona GABRIELE

L’AUTOSTIMA è uno aspetto della nostra esistenza che ci permette di trovare un giusto equilibrio tra ciò che siamo e ciò che vorremmo essere. Dietro l’autostima ci siamo noi, c’è la nostra persona, c’è l’idea che diamo agli altri di noi stessi. A volte però viene a mancare questo credere in noi, cosi quello specchio diventa il tuo nemico e il tuo pensiero. Rimane prigioniero dentro di te per paura di non dire la cosa giusta. Durante la crescita e la fase adolescenziale soprattutto, riuscire ad acquisire fiducia in se stessi è un aspetto fondamentale, che influenza anche molto della nostra vita adulta. Mai come oggi, per esempio, siamo circondati da fenomeni anti-educativi come il bullismo o l’idealizzazione dei canoni estetici che passa attraverso i social, rendendo più tortuosa la strada verso l’autostima. Immaginiamo una giovane ragazza tra i 14/15 anni leggermente in sovrappeso e continuamente bombardata da immagini di donne magrissime. La ricerca della perfezione estetica, che sembra essere diventata un ossessione, ha portato all’omologazione del proprio stile di vita, quasi come se non ci fosse più la libertà di scegliere come apparire, se non in perfetta forma e mai in disordine.

Proviamo ad immedesimarci per un attimo nel percorso di un individuo, che in inizia ad affacciarsi alla vita e riflettiamo su come può essere difficile vivere una tranquilla adolescenza in un mondo dove spesso i nostri volti e le nostre vite sono costantemente alla portata di tutti. L’estetica è quel mezzo che permette di affermarci – “perché più sono bello e alla moda – e più sono accettato. Spesso molti ragazzi finiscono per diventare ed incarnare dei modelli, dimenticando se stessi, un qualcosa che potremmo quasi definire come una perdita della propria identità. Si ha la paura di non essere accettati o di essere giudicati. Ecco perché solo una vera ed autentica personalità può garantire ad un adolescente di restare fuori da questo impasse, che di certo non giova la personale crescita culturale. Un discorso che non ricade solo sull’adolescente, perché in fondo anche molti adulti sembrano viver una crisi di spersonalizzazione.

Lo sviluppo di un pensiero critico rappresenta, quindi, uno degli aspetti fondamentali su cui lavorare. Sia l’insegnante che le diverse figure professionali è proprio da qui che devono partire. La capacità di sviluppare la propria personalità è fondamentale, è la chiave che apre la possibilità di affermare le proprie potenzialità. Riuscire ad arginare il forte impatto mediatico dei media non è di certo un compito semplice , ma non impossibile. L’autostima va coltivata e stimolata, ma ricordiamoci che le basi non vanno ricercate altrove, il genitore è la figura che più in assoluto influenza il nostro livello di autostima e spesso segna anche il nostro percorso. Un adolescente che impara a camminare sulle proprie gambe sarà un uomo o una donna del domani, che avrà sviluppato una maggiore autonomia, imparando a gestire le proprie emozioni. Non saremo mai totalmente sicuri e mai saremo immuni dagli errori  perché la crescita è quel processo che permane per tutto l’arco della nostra esistenza, ma vivere serenamente vuol dire anche questo, immergersi in quel mondo e saperci stare dentro.

Data: 29 aprile 2017.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com