“Paesaggio stravolto per l’apertura di strade secondarie per il trasporto legname”. Denuncia del Comitato a difesa della Valle del Savuto

“IL PAESAGGIO nei dintorni delle cascate (del Cannavino, ndr) è letteralmente stravolto: aperture di strade secondarie per il trasporto di legname e danni vari, taglio selvaggio in un bosco che conta per lo più di arbusti di piccola taglia ed in una area in cui è presente un monumento dal valore storico quale il ponte di Tavolaria sottoposto al vincolo dei Beni culturali e quindi sotto la sua protezione”. La denuncia arriva dal Comitato a difesa della Valle del Savuto, che nella sua pagina Facebook ha pubblicato, nelle scorse ore, alcune immagini che riguardano l’area del fiume Savuto al confine tra i Comuni di Marzi e di Rogliano.

G. St.

Data: 01 maggio 2017.

Fonte: Comitato a difesa della valle del Savuto.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com