Trasporto Pubblico Locale (TPL), incontro in Provincia per la elaborazione di un piano pluriennale

SU CONVOCAZIONE del presidente della Provincia Francesco Iacucci (nella foto) si è svolto oggi (nei giorni scorsi, ndr), nella Sala degli Stemmi del Palazzo di Piazza XV Marzo, un primo incontro operativo tra Regione, Provincia e Comuni per l’avvio della fase di consultazione dei territori, finalizzata alla elaborazione del Piano pluriennale del Trasporto Pubblico Locale.

Il presidente Iacucci, nel presentare i lavori della giornata, si è soffermato sull’importanza di alimentare un condiviso sforzo di coordinamento tra le istituzioni, capace di assicurare la costruzione di un quadro unitario rispettoso dei differenti bisogni, delle diverse esigenze e delle legittime aspettative delle comunità e dei territori.

“La Provincia ha ultimato l’elaborazione del Piano Provinciale dei trasporti che condivideremo con i Comuni, quali protagonisti veri di questa fase di programmazione. La nostra azione pretende il supporto delle istituzioni locali, delle loro idee, dei loro programmi, fondamentali per la realizzazione di un modello razionale ed innovativo, in grado di sostenere la crescita e lo sviluppo del territorio cosentino e calabrese”.

Particolarmente sentito è stato il pensiero rivolto dal presidente Iacucci al tema della sicurezza stradale. “La salvaguardia della vita umana richiede uno sforzo generale orientato al miglioramento delle condizioni di sicurezza degli utenti della strada attraverso comportamenti virtuosi da diffondere e sostenere. In tal senso la Provincia, nel proseguire il cammino intrapreso sul tema dell’Educazione e della Sicurezza Stradale, ha già provveduto a sottoscrivere il protocollo d’intesa con la Regione Calabria nell’ambito del progetto CRISC “Centro di monitoraggio e governo della sicurezza stradale della Regione Calabria”.

L’assessore Roberto Musmanno ha sottolineato, nell’occasione, l’importanza di avviare percorsi caratterizzati da ampia e responsabile partecipazione, da parte degli Enti locali, per definire ed elaborare una proposta di pianificazione dei servizi di trasporto, unitaria e condivisa, da proporre in sede di gara che, una volta aggiudicata, caratterizzerà la qualità e la quantità dei servizi di TPL per i prossimi dieci anni. Occorre, pertanto, addivenire ad una sintesi dell’offerta che, tenendo conto delle sovrapposizioni e criticità presenti, orienti le scelte verso un sistema di trasporto moderno e dinamico caratterizzato da sistemi integrati ferro-gomma, capace di dare risposte alle diverse esigenze del territorio.

Le difficoltà connesse alle caratteristiche geografiche ed orografiche del territorio e alla bassa densità insediativa comportano, per la Calabria, un approccio programmatico e progettuale particolare, estremamente diverso da quello attuato in altre realtà del paese. L’accessibilità dei territori calabresi richiede risorse e sforzi notevolmente più gravosi che in altre parti d’Italia, ciò nonostante si compirà ogni sforzo per dotare la realtà regionale di un moderno sistema di trasporto concepito e realizzato con grande equilibrio tra domanda ed offerta di spostamento.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati gli aspetti sostanziali e tecnici del progetto CRISC, al quale saranno chiamati a contribuire anche i Comuni della regione.

Gli interventi dei tecnici della Regione avv. Valeria Adriana Scopelliti e ing. Giuseppe Pavone e, per la Provincia, ing. Claudio Carravetta, hanno completato l’incontro di lavoro che è stato aggiornato al prossimo 15 maggio.

Data: 05 maggio 2017.

Fonte: Provincia di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com