Giuseppe Ferraro, da “Uno Mattina” a “Domenica In”: il successo di un giovane coreografo calabrese

OGGI con Savutoweb abbiamo raggiunto un giovane coreografo e ballerino calabrese. Preparato, intelligente, dalla tecnica raffinata, dalle mille idee, Giuseppe Ferraro (nella foto) è tutto questo e non solo. “Mezzogiorno in famiglia” – “Mattina in famiglia” – “Domenica In” – sono solo alcuni dei format che hanno registrato la sua partecipazione come ballerino. Dopo anni di studio a Roma, il giovane originario di Torano in provincia di Cosenza, ha deciso di ritornare nella sua terra. Da dodici anni organizza una kermesse molto importante, una sorta di varietà elegante e sorprende che ogni anno regala splendide emozioni. L’ultima edizione è stata un traguardo eccellente, con oltre 6.500 visite e con le dolci melodie di Cristina D’Avena. Conosciamolo meglio con questa intervista.

– Parlami un poco della tua carriera? Guarda cosa posso dirti, ho avuto la fortuna di lavorare in format importanti come: “Uno Mattina in famiglia”, “Mezzogiorno in famiglia, “Domenica In” con Lorella Cuccarini. Per me è stato molto emozionante poter partecipare come ballerino a trasmissioni nazionali della Rai.

– Tu nasci come ballerino? Bella domanda. Nasco come ballerino e solo successivamente ho deciso di intraprendere il percorso della coreografia. Dico sempre una cosa: sono nato ballerino, faccio questo lavoro in maniera spontanea (sorride nda) Da tempo porti avanti una delle kermesse più importanti per la Calabria.

– Cosa puoi accennare? Si, da anni organizzo una sorta di varietà. Ogni volta opto per un tema diverso. Per la dodicesima edizione, prevista per il prossimo primo luglio, ho deciso di tracciare il tema della speranza. “Il cielo è sempre più blu”, questo sarà il titolo dell’evento che porterà in scena il prossimo primo luglio. Credo fortemente nella speranza e questo varietà sarà incentrato su queste tematiche.

– Perché hai deciso di rimanere in Calabria? Come ballerino ho rinunciato a tantissimi lavori a Roma. Dopo due anni di trasmissioni e di studi nella capitale, ho deciso di ritornare nella mia terra, credo fortemente nel mio territorio. È stata per me una scommessa con me stesso che voglio vincere.

– Dei tuoi tanti lavori quale ti ha lasciato qualcosa in più? L’emozioni più grande è stata quella di lavorare con Lorella Cuccarini. Quando ho fatto la sigla di “Domenica In” – con lei è stato per me un punto di arrivo, e nello stesso tempo un punto di partenza. Ma credimi lavorare con una grande professionista è stato per me letteralmente straordinario.

– Alcune indiscrezioni trapelate parlano di due super ospiti al tuo prossimo “Varietà” del primo luglio a Torano, puoi svelare i qualcosa? Non puoi chiedermi questo (sorride, nda), ancora non ho nemmeno fatto la conferenza stampa.

– Dai, almeno uno? Va bene, posso solo dirti che ci sarà la grande Alessandra Celentano, e non chiedermi altro.

Omar Falvo

Data: 23 maggio 2017.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com