Un’Altra Rogliano: “nessuna rivalsa, nessuna provocazione. Noi informiamo e difendiamo i cittadini”

“NESSUNA rivalsa, nessun risentimento, nessuna provocazione”. Il gruppo ‘Un’Altra Rogliano’ ha rivendicato il tipo di opposizione ma, soprattutto, il ruolo rappresentanza con azione attiva di critica, stimolo e collaborazione “fuori e dentro” l’Assise roglianese.

Nel corso dell’incontro con i cittadini (nelle foto) promosso per fare il punto sull’attività consiliare ad un anno di distanza dalle elezioni per il rinnovo del Consesso, la componente guidata da Mario Buffone ha ribadito il proprio impegno nell’interesse della collettività per una migliore qualità della vita sul territorio.

Sanità, ciclo dei rifiuti, Bilancio e tasse, ambiente, sicurezza e unione dei Comuni, gli argomenti che gli interessati hanno posto al centro dell’attenzione durante l’iniziativa tenutasi domenica sera all’interno della villa comunale. Buffone ha parlato infatti della situazione legata al futuro del presidio ospedaliero ‘Santa Barbara’: “nessun rilancio, solo chiacchiere e passerelle. Che fine ha fatto – ha detto – la proposta sulla istituzione del Punto di Primo Intervento. Quale sarà il destino del reparto di Terapia del Dolore? E quello del Laboratorio Analisi?”. Il capogruppo ha posto l’accento sui temi dello sviluppo e sulle caratteristiche dei servizi soffermandosi sulle denunce ma anche sulle proposte frutto di un “lavoro di squadra” che ha permesso, in questi mesi, di sviscerare le diverse problematiche locali. E’ seguito l’intervento di Paolo Tucci che, in linea con quanto riferito nel corso della recente seduta di Consiglio comunale aperto, ha confermato quelli che a suoi dire rappresenterebbero alcuni “punti interrogativi” circa il servizio di raccolta e smaltimento degli rsu, compresa la gestione dell’isola ecologica realizzata nella frazione Saliano e i progetti comunali per l’eolico. Tucci ha espresso parole molto dure all’indirizzo del PD (partito di cui è stato iscritto in passato) e dello stesso sindaco Giovanni Altomare. Più tecnica, invece, la relazione di Giuliana Giuliani che, analizzando (ed esponendo) le cifre afferenti al Bilancio dell’Ente, ha parlato di “uno squilibrio strutturale che viene da lontano” e crea situazioni di seria difficoltà contabile per un Comune, quello di Rogliano, considerato ormai in “pre dissesto” finanziario. Con riferimento a Tari, Addizionale Irpef e Canone Idrico, la consigliera ha elencato le proposte della minoranza di cui è parte: riduzione dei costi attraverso una gestione municipalizzata dei servizi, blocco delle consulenze, ricognizione degli immobili (e dei fitti), più controlli sui versamenti, recupero dei crediti, rateizzazione delle imposte per tutti i cittadini, baratto amministrativo. “Del resto – hanno affermato quelli di Un’Altra Rogliano – per un Comune che vuole svilupparsi recuperando un posto centrale nella Vallata l’aumento delle tasse va nella direzione contraria”.

La manifestazione si è conclusa con un breve chiosa di Diego Sicilia che, tuttavia, ha giudicato positivo il confronto su sport e associazionismo in atto con l’Amministrazione comunale.

Il gruppo di opposizione ha ricordato, quindi, la vicenda relativa agli impianti di depurazione, quella dell’ex discarica di San Mauro e del nuovo stadio comunale. In più, la richiesta riguardante la rimozione dei pannelli in disuso in via Dei Mille, l’istituzione di un parcheggio auto, la questione pertinente al restyling degli edifici scolastici. Mario Buffone ha preannunciato il lancio di proposte quali la creazione di una Commissione comunale sui rioni e l’organizzazione di un evento per discutere sul ruolo e sulla organizzazione delle strutture sanitarie del Savuto, compresa la sede Cnr di Piano Lago che potrebbe essere presto dismessa. ‘Un’Altra Rogliano’ ha anticipato, infine, l’avvio di un censimento degli edifici con presenza di amianto e di uno studio sull’inquinamento elettromagnetico.

Gaspare Stumpo

Data: 10 luglio 2017.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com