Piromani in azione. Paura a Mangone, nel Savuto, per un incendio scoppiato a ridosso del centro storico

UN INCENDIO di vaste proporzioni (e di estrema pericolosità) è scoppiato nel tardo pomeriggio di oggi nel territorio del Comune di Mangone, in un’area verde compresa tra il comparto industriale di Piano Lago e il centro storico cittadino. Alimentate dal forte caldo e da vistose zone di vegetazione secca, le fiamme si sono propagate in pochissimi minuti divorando una consistente fetta di macchia mediterranea a poche centinaia di metri da una abitazione e dalla strada che conduce al paese. Dal bosco si è levata una colonna di fumo molto ampia e alta, visibile a parecchi chilometri di distanza nella cintura Roglianese. Sul posto (nelle foto) sono intervenuti Vigili del Fuoco e Carabinieri. Il sindaco, Orazio Berardi, ha seguito personalmente l’evolversi delle operazioni di spegnimento. Che sono state piuttosto lunghe e complicate. Il rogo, che aveva occupato un fronte lungo diverse decine di metri, è stato spento infatti in serata. Non è la prima volta, quest’anno, che il comprensorio mangonese viene interessato da focolai quasi sicuramente di origine dolosa. E’ capitato a monte del centro abitato e nella stessa area industriale con serio pericolo per alcuni stabilimenti. Agli interventi di spegnimento dei giorni scorsi ha contributo anche il Gruppo Volontari di Protezione civile di Grimaldi. Mai come quest’anno, ricordiamo, nel Savuto le temperature hanno provocato situazioni di caldo torrido con valori (costanti) che hanno sfiorato i 40° durante il giorno e superato i 30° nel corso della notte. Condizioni imatiche limite che hanno influito sulla qualità della vita creando danni alle riserve di acqua potabile e alle coltivazioni di ortaggi.

Gaspare Stumpo

Data:09 agosto 2017.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com