“Accoglieteci, non odiateci … siamo di passaggio. Scappiamo da guerre e carestie, il nostro futuro non è a Rogliano” *

di Dramane KONTAO*

Cari amici, fratelli di Rogliano.

Leggendo un comunicato di “Un’altra Rogliano” (gruppo consiliare, ndr) ho capito cose che pensavo non fossero vere. Pensavo che la cosa peggiore nella vita fosse restare solo. No, non lo è. Ho scoperto, invece, che la cosa peggiore nella vita è quella di finire con persone che ti fanno sentire veramente solo. Odiare i migranti si, va bene, ma senza pensare che i migranti siano vostro un problema, che lo Stato si occupa più di loro che Voi, calcolando il numero dei migranti. È meglio se dite non ci piacciono i neri, gli, stranieri migranti perché siamo razzisti.

Rogliano non si può lamentare per certe cose:

1. Se dovesse perpetuarsi questa situazione a lungo termine, tra 50 anni questi territori saranno popolati esclusivamente, o quasi, da popolazioni di migranti. Che fine avremo fatto e che ne sarà della nostra Memoria e della nostra storia? Secondo noi no, perché Rogliano non ci ha mai dato confidenza, nessuno di noi pensa di costruirsi una vita  da queste parti. Siamo di passaggio. Infatti, chiedetevi dove sono i migranti del 2011-2012? Hanno preso casa a Rogliano, stanno lavorando a Rogliano? No, sono andati via. Sono andati via perché hanno avuto un permesso di soggiorno o hanno avuto esito negativo (in rapporto alla loro richiesta di asilo, ndr). Confesso che nessuno (del gruppo di migranti ospiti del Cara, ndr) mi ha mai detto che vuole restare,  per cui Rogliano non deve avere paura. Se ci vedono vestiti bene, con un telefono, al supermercato a fare la spesa ci guardano male. Non possiamo passeggiare con gli amici italiani per gli sguardi di malevolenza che si vedono o si sentono. Non ci hanno mai considerato come esseri umani.

2. Chiediamo alle Istituzioni, inoltre, di sapere chi siano e da dove vengano le persone che ospitiamo nel nostro paese. Non si possono chiedere alla popolazione ulteriori sacrifici, maggiori di quelli che sta già sostenendo? Ancora non lo sapete è molto difficile saperlo. Noi migranti con l’Auser volontariato del Savuto abbiamo provato ogni forma d’integrazione, che è stata negata da parte vostra. Penso che il vostro problema è quello di non vedere proprio i migranti e non sentire la parola migranti a Rogliano. Pensate che l’Africa è un Paese?  Ma no, è un continente. Dato che ci sono persone cattive, stupide, ignoranti, nello stesso tempo ci sono persone brave, intelligenti in tutti Paesi di questo mondo .

3. Sanno i roglianesi, per esempio, che sul Cas di contrada Manche il Comune (di Rogliano, ndr) ha ottenuto un contributo di circa 78mila euro? La presenza dei migranti in questo Comune è quindi un vantaggio. Come sono stati utilizzati questi soldi? Perché, per esempio, potevano creare dei posti di lavoro per Voi, aiutare i vostri giovani che invece sono costretti ad emigrare. Purtroppo il razzismo è una malattia. È un cattivo funzionamento della mente che compromette le relazioni umane, con idee false che producono ostilità verso altri gruppi e i loro componenti. Non c’è lavoro, sono in difficoltà te lo giuro che non è colpa nostra, anzi, chiedete allo Stato. Ditemi se avete visto un poliziotto nero qui, un insegnante nero … . Per vostra informazione i bambini nati qui da genitori migranti sono anche migranti, non sono italiani, è incredibile! Potete continuare ad odiarci ma ci saranno migranti sempre. Ci sarà sempre immigrazione perché il mondo è stato creato grande: se non va bene da una parte si va dal’altra o, a patto che smettono di sfruttare il mio Paese, di trafficare da me, di provocare la guerra. Vi prego, non pensate che il problema vostro è la presenza dei migranti”.

Data: 04 settembre 2017.

*Volontario Auser.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com