“Dibattito su migranti: ogni opinione ha diritto di cittadinanza ma non perdiamo di vista i valori della democrazia” *

di Giovanni ALTOMARE*

IN QUESTE ore su Facebook si intersecano commenti sulla presenza dei migranti a Rogliano. Noto, con piacere, che c’è molta voglia di discutere com’è giusto che sia. Quando i cittadini vogliono far sapere le loro opinioni, ne guadagna la democrazia. Ovviamente, ogni opinione ha diritto di cittadinanza. Il rispetto è doveroso, soprattutto nel dissenso. Ritengo, tuttavia, doveroso da parte mia invitare un po’ tutti a contenere i toni entro ambiti di correttezza e piuttosto ad immetterli in una dimensione di propositività. Devo sottolineare il ruolo del Consiglio comunale che, in ogni sua componente, contribuisce a potenziare il sistema democratico del nostro paese e ad alimentare la crescita della nostra Comunità. Se si discute tanto, vuol dire che gli stimoli accesi dalle iniziative assunte in sede istituzionale sono andati verso le giuste destinazioni. Maggioranza e opposizioni hanno dato vita a dibattiti anche aspri. Ad un certo punto, però, come sindaco, ho avvertito il dovere di dire prima a me stesso, poi agli amici della mia compagine, e, quindi, agli altri, di fare un passo indietro rispetto a provocazioni polemiche che non avrebbero portato da nessuna parte. E’ bene che le forze politiche si confrontino per migliorare la sintesi delle decisioni da assumere. La stessa raccomandazione vorrei fare ai cittadini, dai quali l’Amministrazione e il Comune nella sua interezza aspettano consigli, proposte ed anche critiche che abbiano qualità edificanti e che evitino picchi offensivi. Le minoranze sono parte vitale di un sistema democratico, esattamente come le maggioranze. I consiglieri comunali di questa Città, tutti, si battono per il bene della collettività: non ci sono dubbi. Lo fanno, almeno credo, senza retropensieri. Meritano rispetto per il lavoro che stanno svolgendo. Ogni consigliere comunale rappresenta l’intera Comunità, è portatore di istanze ed è interprete di aspettative. Si tratta di una missione democratica alta, di cui Rogliano aveva bisogno. Mi auguro che i cittadini ci aiutino ad elevarla sempre più. Esprimo la mia solidarietà istituzionale a quei consiglieri che sono stati oggetto di espressioni non consone alla loro persona e alla loro funzione. Esaltiamo i valori della nostra democrazia e facciamolo ogni giorno, ciascuno per la propria parte e nel rispetto dei ruoli, per il bene di Rogliano e dei Roglianesi.

*Sindaco di Rogliano

Data: 05 settembre 2017

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com