Prende fuoco autobus del trasporto pubblico universitario, nessun ferito e tanta paura. Nota del Fronte Gioventù Comunista

IERI pomeriggio sull’A2 all’altezza di Pizzo (Vv) un autobus che effettuava il servizio di trasporto pubblico dall’Università della Calabria a Reggio Calabria è andato in fiamme (nella foto). Ancora una volta è andata bene e non ci sono feriti ma solo tanta paura e rabbia, poiché diversi passeggeri hanno perso buona parte dei propri averi nell’incendio. Questo non è che l’ennesimo incidente del genere che si verifica nella nostra regione nonostante i cospicui finanziamenti alle aziende di trasporto pubblico, che dovrebbero essere utilizzati soprattutto per garantire la sicurezza dei mezzi; risulta evidente come queste aziende speculino sulla pelle dei passeggeri, preferendo aumentare i propri profitti risparmiando sulla manutenzione dei mezzi, a scapito della sicurezza di autisti e passeggeri.

Più volte abbiamo denunciato il problema e non si può certo sperare che vada sempre bene o peggio ancora aspettare la tragedia per intervenire. Non basta la politica spot, non basta cambiare qualche binario e costruire metro, è ora che la Regione e le aziende si assumano le proprie responsabilità! Chiediamo che:

1. le aziende vengano immediatamente espropriate e si costituisca una sola azienda di tpl per tutta la Regione, sotto controllo popolare e dei lavoratori, in modo da massimizzare i fondi ed eliminare il profitto dei padroni, che nasce sulla pelle degli utenti e dei lavoratori;
2. venga finanziato l’acquisto di nuovi mezzi e si operi una reale manutenzione di essi;
3. il servizio di tpl venga potenziato per garantire a tutti il diritto alla mobilità.

Data: 21 ottobre 2017.

Fonte: Fronte della Gioventù Comunista.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com