S. Stefano di Rogliano, assemblea dei lavoratori del comparto Mobilità. Rabbia e delusione, chiesto un incontro all’assessore Roccisano

I LAVORATORI del comparto Mobilità in deroga si sono riuniti in assemblea per rivendicare spettanze e programmi finalizzati al reinserimento occupazionale. L’incontro (nella foto) ha rappresentato la prima tappa di un percorso di mobilitazione che da più giorni sta coinvolgendo una buona parte di “tirocinanti” in servizio dal giugno 2017 nei vari Comuni della Vallata. Nel corso dell’Assemblea, che si è tenuta questa mattina a Santo Stefano di Rogliano, i lavoratori hanno esternato “rabbia e delusione” per il mancato pagamento dei sussidi nonostante l’espletamento delle attività previste nei progetti. “Abbiamo prestato servizio senza ricevere soldi. E’ venuto il momento di dire basta a questa che riteniamo essere una vera e propria presa in giro. La Regione Calabria mantenga fede agli impegni e trasferisca le risorse ai Comuni”. Quello della Mobilità in deroga è una delle vertenze più difficili e complesse perché, ricordiamo, coinvolge personale non più giovanissimo, fuori dal mercato del lavoro e, nella maggior parte dei casi, con famiglia a carico. Una situazione delicatissima quando (questo è consequenziale) la problematica interessa una regione del Mezzogiorno duramente provata dalla mancanza di opportunità lavorative. Alla manifestazione hanno partecipato sindaci ed amministratori dei Comuni di Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Bianchi, Belsito, Figline Vegliaturo, Parenti, Mangone e Grimaldi. “Quando un padre afferma di non poter iscrivere il proprio figlio a scuola perché non è in grado di sostenerne le spese, viene a mancare non solo il diritto allo studio ma anche il diritto al futuro. La Calabria – ha spiegato il sindaco di Santo Stefano, Lucia Nicoletti, non può stare sempre con il cappello in mano ad elemosinare davanti allo Stato centrale. A maggior ragione quando si tratta di risorse destinate al lavoro ed alle politiche sociali”. Gli amministratori hanno espresso “solidarietà e pieno sostegno ai lavoratori”. Nei prossimi giorni una delegazione del Savuto incontrerà l’assessore regionale Federica Roccisano per capire l’evoluzione della vertenza e se sono in dirittura d’arrivo almeno i pagamenti.

Gaspare Stumpo

Data: 26 ottobre 2017.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com