Inaugurato (in pompa magna) e mai aperto. Rogliano, la “strana” storia del distaccamento di Polizia Provinciale che fa riferimento al Savuto *

di Gaspare STUMPO *

PARE non sia mai stato aperto né tantomeno abbia ospitato attività di ufficio. Il distaccamento di Polizia Provinciale (nella foto) con ubicazione nella centralissima piazza San Domenico di Rogliano è, ad oggi, un locale arredato ma mai utilizzato rispetto agli scopi per cui è stato pensato. Almeno così appare. La vicenda di questo posto pubblico rappresenta, infatti, vero e proprio rompicapo per i cittadini che più volte, negli ultimi mesi, si sono chiesti come mai un presidio allestito e inaugurato quasi in pompa magna continua a rimanere chiuso a fronte di una mission particolarmente importante che riguarda il comparto caccia e pesca, la repressione del bracconaggio, la salvaguardia della fauna selvatica e, soprattutto, il controllo dei rifiuti abbandonati e nocivi. A circa un anno dal taglio del nastro (gennaio 2017) la sede del personale di Polizia Provinciale con riferimento all’area del Savuto continua, dunque, a restare chiusa. Chissà per quali motivi! Una situazione che “stona” purtroppo con le caratteristiche (e le esigenze) di un territorio montano piuttosto vasto che mai come oggi necessita di un punto di riferimento anche come interazione con il resto delle istituzioni, le associazioni e la popolazione residente. Un servizio che sarebbe utile proprio per le competenze (di questo ne siamo certi)  degli uomini della Polizia Provinciale in un momento storico particolarmente “delicato” in chiave di tutela e promozione ambientale.

Data: 07 novembre 2017.

*direttore responsabile ( gasparemichelestumpo@pecgiornalisti.it )

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com