Altilia, al via l’attività del doposcuola. De Rose: “La Cultura si arricchisce ogni giorno di nuovi appuntamenti significativi”

AL VIA l’attività del doposcuola. Trattasi di una interessante iniziativa che gli alunni e i genitori aspettavano, dopo l’esperienza già avuta nell’anno scolastico 2016-2017. Al doposcuola si articoleranno le visite degli studenti nella Biblioteca comunale, che è stata recentemente riorganizzata, a seguito della sottoscrizione della Convenzione tra il Comune (di Altilia, ndr) e la Regione Calabria. “Il materiale librario – ha dichiarato il sindaco De Rose – sarà a disposizione delle scuole, dei cittadini, delle famiglie. La cultura si pone al centro di un’azione amministrativa che ogni giorno si arricchisce di nuovi appuntamenti significativi, di alto profilo, di spessore. In queste attività culturali si inseriscono le iniziative sull’ambiente e in particolare sulla raccolta differenziata, dove si registra una alta percentuale, proprio a seguito della sensibilizzazione nelle scuole, che ha coinvolto anche le famiglie. Senza dimenticare i progetti portanti avanti dai giovani del progetto “Altilia bene comune” sul decoro urbano e sui “Balconi più belli” che hanno suscitato interesse notevole e partecipazione dei cittadini. Inoltre, il progetto turistico ricettivo, denominato “I Casali del Savuto” – in fase di programmazione, ha registrato l’adesione di 16 comuni del Comprensorio, ricadenti tra la Provincia di Catanzaro e la provincia di Cosenza. Il nome “Casali del Savuto” rievoca riferimenti storici non solo di Altilia, ma anche di altri Comuni che partecipano al progetto, ricchi di storia e tradizione che vedranno la realizzazione una filiera per attirare visite da ogni parte, anche fuori dalla nostra Regione”.

“L’apertura della Biblioteca e la riattivazione dell’attività del doposcuola vogliono rendere più accessibile ai giovani l’approfondimento delle peculiarità storiche di questa nostra terra del Savuto – ha affermato De Rose – un patrimonio da esportare fuori confine. È tempo di parlare di territorio che ci unisce. Il tempo dei campanilismi è finito. Dobbiamo affrontare nuove sfide. Siamo ormai in una società globalizzata e consapevoli che l’approccio per affrontare nuove problematiche è notevolmente cambiato. Alla storia, alla tradizione di cui sono ricchi i nostri borghi – ha continuato De Rose – dobbiamo affiancare opere, servizi, con spirito di accoglienza, per tracciare un nuovo cammino e scrivere pagine nuove per le generazioni che verranno. Siamo profondamente convinti che insieme ai Sindaci degli altri Comuni, attraverso un concetto di concertazione pubblica o privata, si raggiungerà un risultato positivo”. “Le attività culturali, le iniziative per concretizzare i programmi e intercettare finanziamenti nei diversi settori, costruendo opere che guardano al futuro – ha concluso De Rose- sono la più netta testimonianza della tenacia, della passione civile che distingue il nostro lavoro e che consente di onorare la fiducia avuta dai Cittadini. Altilia, ma non solo, insieme al territorio vasto delle “Terre dei Casali del Savuto” lavorerà per far rinascere il comprensorio e l’intera Calabria, per raggiungere traguardi di benessere per la nostra Comunità“.

Data: 14 novembre 2017.

Fonte: Comune di Altilia (Cosenza).

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com