“Prendersi per mano per crescere insieme”: intervista al presidente dell’associazione “Creativamente Figline” *

*di Maria PARISE

UNA nuova realtà culturale nasce a Figline Vegliaturo, piccolo paesino presilano. Abbiamo intervistato la presidente, Anna Rita Adamo, per capire quali sono le motivazioni che hanno determinato la scelta di costituire un’associazione di questo tipo e quali gli obiettivi che essa si pone.

-Come nasce l’Associazione “Creativamente Figline”?
L’associazione Creativamente Figline nasce il 6 novembre 2015, a conclusione del Progetto Made in Figline Vegliaturo, durante il quale è stato fornito lo spunto di creare un’associazione che si facesse portavoce del desiderio di promozione del proprio territorio e delle tradizioni che ne facevano parte, un po’ come “partire dalle origini per costruire il futuro”. L’Associazione nasce in una piccola realtà di paese con pochissime risorse con l’intento di operare sul territorio in modo da favorire l’aggregazione e l’integrazione sociale e soprattutto è aperta a tutti quelli che in maniera propositiva volessero prendere l’impegno di portare avanti un progetto concreto di impegno sociale. Abbiamo così costituito un gruppo volutamente vario, sia in fatto di età sia in fatto di interessi e competenze, proprio perché vario vuole essere l’orizzonte dei nostri progetti per costruire una realtà nuova, attraverso la quale ognuno può trovare il proprio spazio espressivo. Non aveva senso infatti per una piccola comunità come la nostra dar vita a più realtà distinte in quanto ci sarebbe stato solo un dispendio inutile di risorse umane. Dunque un unico grande progetto che risponda un po’ all’esigenza di aggregazione e integrazione di tutti.

-Come mai avete scelto “ Creativamente Figline” come nome della vostra associazione?
La scelta del nome. Creativamente Figline ad indicare proprio l’interazione continua del mettere a disposizione ognuno la propria esperienza, la propria conoscenza e la propria predisposizione ad aprirsi anche a nuove esperienze e nuovi percorsi, prendersi per mano per crescere insieme. Il nome scelto racchiude in se, quindi, una crescita in senso educativo, creativo e sociale (Creativa) e una crescita in senso intellettuale (mente); Figline sta proprio ad indicare un forte senso di appartenenza al proprio territorio. Così come la scelta del logo: una semplice pennellata con impresso il nome dell’Associazione, ad indicare il lavoro che vogliamo andare a fare sul territorio, dal quale ognuno potrà assorbire quanto più sarà disposto a ricevere e dare. Il colore bianco del nome ad indicare la semplicità delle idee ed il colore della pennellata, che ricorda un po’ l’acqua del mare che modella ciò che la circonda così come vogliamo fare con la forza delle idee, verde come la speranza di consolidare la nostra attività di volontariato per lo sviluppo del territorio.

-Al momento quanti componenti conta la vostra associazione?
Ad oggi contiamo 27 iscritti, fra soci ordinari e volontari. E non è poco soprattutto considerando il fatto che da poco tempo abbiamo aperto i tesseramenti veri e propri, dopo aver superato tutta la prima fase, il cui tempo è stato interamente dedicato alla formazione di una struttura abbastanza stabile e con le idee chiare su come operare, ed andare ad amministrare un progetto così ampio com’è il nostro, e per creare l’ambiente giusto dove operare serenamente. Volutamente abbiamo atteso che i tempi fossero maturi per presentarci perché non volevamo annoiare un gruppo più folto di persone in tutto quello che è stato l’iter burocratico di costituzione per non correre il rischio che l’entusiasmo scemasse e perdessimo per strada le persone ancor prima di raggiungere il traguardo del percorso che bisognava necessariamente percorrere per non apparire come i soliti venditori di fumo del momento, bensì un’Associazione ben organizzata dove ognuno potrà esprimersi serenamente e al meglio apportando il proprio contributo attivo e fattivo.

-Quali sono le vostre attività?
Oltre ad attività di solidarietà, è molto attivo il nostro così detto gruppo ricamo che già dal 2006 operava sul territorio che nel tempo si è occupato della rivalutazione e riscoperta delle antiche arti femminili e creative che ha colto e messo in pratica fra i partecipanti il grande potere terapeutico dell’espressione della personalità nelle arti creative; a giorni partirà un corso pratico di cucito ed uno base di computer; oltre a curare l’aspetto aggregativo e ricreativo che ci deve pur essere attraverso l’organizzazione di varie manifestazioni; ed inoltre la rivalutazione della vecchia Biblioteca Comunale che a breve sarà fruibile da tutti così come il centro multimediale.

-Qual è l’attività che più vi rappresenta?
Più che attività io direi che la creatività è il nostro filo conduttore e l’aspetto che più ci rappresenta.

-State organizzando un corso di computer. Come sarà articolato e a chi sarà rivolto?
Il Corso Base di Computer Da Zero a Internet ha la durata di 30 ore ed è aperto a tutti, rivolto prevalentemente ai principianti per farli avvicinare a conoscere il mondo dei PC, e a tutti coloro che desiderano iniziare a conoscere meglio e utilizzare con profitto il computer e guiderà i partecipanti alla redazione di documenti, ad avere e gestire un indirizzo di posta elettronica e l’utilizzo base di internet, conservare foto, dati, copiare e salvare immagini e testi. Gli argomenti trattati durante le lezioni saranno esposti in modo pratico per rendere agevole l’approccio anche a chi si avvicina a questi temi per la prima volta.

-Siete un’associazione acattolica e apolitica. Come mai questa scelta?
Perché in un associazione di aggregazione e promozione sociale per noi il carattere apolitico era necessariamente un valore fondamentale nel rispetto delle idee di ognuno sia a livello politico che spirituale. La stragrande maggioranza di noi non è certo acattolico, ne mai ci siamo sognati di affermare una cosa del genere! semplicemente all’interno dei nostri incontri o delle nostre attività non si parla ne di politica ne di fede perché penso che sono ben altre le sedi dove bisogna confrontarsi su tali temi.

-Una vostra iniziativa, di pochi giorni fa, è stata la prima edizione della “Festa d’autunno” a Figline. Parliamone … .
In realtà è stata la prima edizione di Autunno in Festa è stata una giornata offerta come pretesto per favorire l’attività di aggregazione e mettere in risalto la capacità produttiva dei nostri compaesani che si dilettano a preparare ottimi vini, che si è svolta nel centro storico di Figline Vegliaturo, che per l’occasione è stato addobbato di una veste prettamente autunnale, dove si è potuto trascorrere una bella serata fra amici in un vero tripudio di cibo e buon vino all’insegna dell’allegria. Non sono mancati stand gastronomici e di degustazioni varie ,di artigianato, il tutto allietato dalla buona musica dei Bashkim Etnofolk.

-All’interno della vostra sede è custodita una ricchissima biblioteca. Come nasce l’idea di dar vita ad una biblioteca? Come potrà essere consultata ed utilizzata?
La Biblioteca Comunale in realtà è stata costituita negli anni ottanta ma nel tempo e dopo vari traslochi era rimasta un po’ abbandonata a se stessa. Una volta chiesto ed ottenuto, da parte dell’ Amministrazione Comunale, di poter usufruire dei locali della nostra sede, che sono di fatto di proprietà del Comune di Figline Vegliaturo, studiando gli spazi a nostra disposizione ci siamo offerti di adibire parte dei nostri spazi alla biblioteca e ci hanno concesso di spostarla dal locale della Sala Del Consiglio Comunale dove di fatto non veniva utilizzata da nessuno. Molta parte del nostro lavoro è stato impiegato nella ricostituzione dell’archivio dei libri già in dotazione dei quali nei vari traslochi precedenti erano state smarrite tutte le schede informative, stiamo altresì raccogliendo nuove donazioni in modo da incrementarne il numero di volumi presenti ed una volta ultimati i lavori di catalogazione sarà messa a disposizione della popolazione che potrà rivolgersi a noi in qualunque momento ne avesse necessità.

-Gli obiettivi che vi prefissate di raggiungere?
Creativamente Figline è un’associazione, senza scopo di lucro con finalità prevalentemente di promozione Sociale, Civile e Culturale, che si pone come un valido strumento di lavoro per l’animazione, la crescita e la valorizzazione del territorio locale con grande apertura alle realtà che lo circondano, i cui associati devono avere ben chiaro lo spirito portante, che è il prestare il proprio contributo volontariamente con l’unico intento di aiutare il prossimo a progredire, crescere e formarsi, sempre attenti alle esigenze dei più deboli e sempre pronti a dare una mano che molte volte non dovrà essere solo di cose materiali bensì di disponibilità e sensibilità. Creativamente Figline vuole essere uno strumento attraverso il quale possano trovare il proprio spazio per esprimere al meglio le proprie capacità dai bambini, ai ragazzi, agli adulti e non per ultimi agli anziani, ognuno secondo i propri interessi e predisposizioni, in relazione ovviamente ai propri impegni. Vuole essere un valore aggiunto alla comunità e per questo non nasce in contrapposizione a nessuna delle altre organizzazioni presenti sul territorio e si augura di poter con esse anche collaborare pur mantenendo ognuno la propria identità.

-State lavorando ad un progetto che ancora in fase embrionale ma che comincia a diventare concreto: la formazione di una compagnia teatrale. Parliamone … .
All’interno della nostra Comunità ci sono persone con questa passione e questa vocazione già in passato hanno fatto esperienze del genere e mi hanno chiesto che vorrebbero lavorare ad un progetto del genere stiamo studiando ora come poter costituire il gruppo ma è un po’ prematuro parlarne in questa fase accoglieremo comunque a braccia aperte quanti vorranno impegnarsi in questa direzione non può che farci piacere.

-Altri progetti per il futuro?
Dei prossimi venturi ho già ampiamente parlato in precedenza cos’altro aggiungere se non che siamo un continuo cantiere dove ognuno può apportare il suo contributo portando idee e progetti da elaborare ed il nostro impegno sarà massimo per la loro realizzazione.

Grazie. E buon lavoro.

Data: 29 novembre 2017.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com