Cosenza, al via le manifestazioni di Natale. Occhiuto: “un grande lavoro di squadra. E per Capodanno una sorpresa”

NON E’ un semplice cartellone di eventi ma è una città, nelle sue diverse espressioni, che mette il proprio talento, la propria disponibilità, al servizio dei concittadini e di quanti, nel periodo natalizio, vorranno fermarsi a Cosenza per scoprire che è … una Favola di Città.

Comincia da Palazzo dei Bruzi, in un’atmosfera molto coinvolgente, l’edizione 2017/2018 di Buone Feste Cosentine, con il tradizionale appuntamento di presentazione alla stampa (nella foto) che diventa subito qualcosa di più grazie ai tanti attori impegnati sul palcoscenico più importante che si chiama città. “Possiamo dire che, con l’atmosfera di oggi, inizia davvero Natale” – saluta così il vicesindaco con delega alla cultura Jole Santelli, che racconta di un percorso fortemente condiviso, iniziato sul finire del mese di settembre, per arrivare ad un Buone Feste che è davvero un’opera corale. Scuole, associazioni, tanti animatori culturali – “il nostro stile – afferma – è lavorare sempre insieme, come una squadra, mettendo ognuno del suo e soprattutto mettendoci tanta fantasia”. E la fantasia c’è tutta già nel tema ispiratore di queste Buone Feste, cioè le favole, vero e proprio leit motiv del ricchissimo cartellone, che sarà evidente già nelle luminarie che si stanno preparando. Il vicesindaco Jole Santelli ci porta a spasso nelle tante iniziative di Buone Feste, tra città nuova e città vecchia, quest’ultima “teatro naturale di alcune manifestazioni”. E poi le novità. “Partiamo dal Natale Kids, il Natale è soprattutto dei bambini, e per loro c’è uno spazio dedicato, nell’ex Caffé Letterario dove tante saranno le iniziative, coordinate da Città dei Ragazzi, nei weekend finché le scuole saranno aperte, e poi tutti i giorni”. Un pensiero particolare Jole Santelli lo dedica alle scuole – “sono il partner fisso dell’Amministrazione comunale – afferma – e con grande generosità e passione per ciò che fanno, oltre alle manifestazioni classiche all’interno dei loro istituti, si offriranno alla Città con un ricco calendario di eventi”. Un’altra parola chiave di queste Buone Feste è contemporaneità – “per un mese – ci annuncia – ci accompagneranno i migliori artisti di strada e di circo contemporaneo, mentre uno dei maestri della Street Art, Jorit – su idea del Museo del Fumetto e del collegato festival Le Strade del Paesaggio- è già al lavoro su piazza dei Bruzi dove sta ‘trasformando’ con la sua arte un bus dell’Amaco, ispirandolo ad Alice nel Paese delle Meraviglie, che diventerà un dj set itinerante, per poi rimanere patrimonio della città, a disposizione delle scuole”.

“Artisti di strada e della street art, con Jorit collabora la spagnola Leticia – aggiunge Giampaolo Calabrese, dirigente del settore cultura – risiederanno nei BoCS Art, in versione Christmas Edition. Insieme agli artisti residenti, nel periodo delle festività il progetto BoCS Art esplora dunque nuovi linguaggi artistici, quali l’arte di strada ed il circo contemporaneo, valore aggiunto di un progetto innovativo che, da qui a poco, proprio in questo periodo, darà vita al Museo che raccoglie le opere prodotte ad oggi dagli artisti che abbiamo ospitato e che gli stessi hanno lasciato alla città”. Ha veramente tutta la sua squadra intorno il sindaco Mario Occhiuto per lanciare il Natale 2017: gli assessori Succurro, Pastore, Spadafora Lanzino, e poi i colleghi Caruso, Spataro, Vizza. Un grande lavoro di squadra, con l’ausilio, quale prezioso trait d’union con l’associazionismo, della consigliera Alessandra De Rosa, delegata al terzo settore.

“La nostra idea di città la conoscete – è la conclusione del sindaco Mario Occhiuto, dopo aver ascoltato le tante voci di queste Buone Feste – vogliamo una città che vive in tutti i periodi dell’anno, e naturalmente in particolare nel periodo natalizio. Siamo quotidianamente concentrati su tutte le problematiche relative alla crescita della città, ma ciò non toglie che sia importante anche l’effimero, nel senso migliore e positivo del termine, che non significa perdere il senso delle cose essenziali, ma che abbia alla base un’attività progettuale, che è poi quella che ci contraddistingue. Cosenza – afferma – è una città in movimento, e anche questo cartellone ne è la testimonianza”. Ma il Natale del sindaco Occhiuto è fatto anche di altri eventi, di opere che vanno consegnate alla Città – “ci stiamo preparando all’apertura del Museo di arte contemporanea (il 15 dicembre) che sarà tra i più importanti di Europa – ribadisce – iniziando con circa 400 opere, una delle innovazioni più significative della nostra città. Inaugureremo anche la ristrutturata Piazza Riforma e se pensavate che non avreste più visto i cerchi – scherza – vi sbagliavate, perché saranno lì”. E ancora, annuncia “l’imminente installazione nel MaB, dell’opera ‘Spirale’ di Gio Pomodoro e – aggiunge – mi sa che ce la facciamo anche a consegnare la nuova piazza XXV luglio”. E Capodanno? “Sarà una sorpresa”.

Intanto l’8 dicembre tradizionalmente si accende l’albero in prossimità di piazza Kennedy, una sorta di rito beneagurante per le nuove buone feste di Cosenza … una Favola di Città.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com