Mobilità in deroga, la Uil Temp chiama a raccolta i lavoratori. Marzi, incontro fra “tirocinanti”

SONO circa 3800 e suddividono il loro apporto tra Comuni, uffici giudiziari, strutture dei Beni culturali e istituti scolastici. Lo status giuridico è quello di lavoratori della Mobilità in deroga, un bacino di precari utilizzati nel pubblico impiego con un escamotage chiamato “tirocinio” ma che in effetti è un modo per elargire un sussidio temporaneo e spesso altalenante. Una sorta di “via crucis” così come accaduto per altre categorie di professionisti (in primis gli ex LpU-LsU) chiamati a prestare supporto agli enti locali, peraltro carenti di personale, ma senza prospettive per il futuro sia chiave contributiva che in chiave previdenziale. Il solito “andazzo” all’italiana. Una storia, anche questa, che va avanti da anni coinvolgendo migliaia di lavoratori (uomini e donne) anche ultracinquantenni ormai fuori del mercato del lavoro. Nelle scorse ore la Uil Temp ha chiamato a raccolta i lavoratori della Valle del Savuto per un incontro finalizzato all’approfondimento della problematica ma soprattutto al contrasto della “polverizzazione” che il settore sta rischiando di subire a causa della mancanza di occasioni e al malessere degli stessi tirocinanti. All’incontro (nella foto), che si è tenuto presso la sala consiliare di Marzi, hanno partecipato (e sono intervenuti) Luca Nicoletti e Rosario Zazzaro. I sindacalisti hanno fatto appello alla sensibilità dei presenti affinché resti alta l’attenzione nei confronti della vertenza, ma anche verso eventuali opportunità che potrebbero derivare dal mondo dell’Impresa attraverso i Fondi Europei. In particolare, Nicoletti ha invitato i colleghi a non abbassare la guardia, a prestare attenzione, quindi a fare fronte comune con l’intenzione di continuare a rappresentare una categoria di lavoratori positiva e propositiva, evitando di cedere alle “lusinghe della politica” durante la campagna elettorale. La vertenza sarà oggetto di discussione, dopodomani, nella puntata di #socialnews.it in programma sulla pagina Faceboock RadioHit OnAir.

Gaspare Stumpo

Data: 15 gennaio 2018.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com