Sanremo, a Toto Cutugno la “Palma d’Argento” di Michele Affidato. Consegnati anche i premi “Numeri Uno” e “Dietro le Quinte”

SI E’ TENUTO nella serata di lunedì scorso nell’elegantissima cornice del Roof Garden del Casino di Sanremo, l’ottava edizione del “Gran Gala della Stampa” (nelle foto) presentata da Antonella Salvucci, e Marino Bartoletti, nell’ambito del quale sono stati consegnati i prestigiosi premi “Numeri Uno – Città di Sanremo” e “Dietro le Quinte” – evento ideato da Ilio Masprone, divenuto ormai l’anteprima del Festival di Sanremo in una serata all’insegna dell’eleganza e della grande musica. I premi vengono assegnati a popolarissimi artisti ed addetti ai lavori che hanno contrassegnato i momenti più salienti della storia del Festival e valorizzato la musica italiana nel mondo. A consegnare la Palma d’Argento a Cutugno il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri e lo stesso maestro Affidato, orafo ufficiale dell’evento. “E’ uno dei premi più belli che abbia mai ricevuto – ha detto Cutugno ritirando il premio – una scultura davvero molto particolare e che custodirò con cura tra i miei premi”.

L’opera raffigura una palma affiancata dal numero “1” nel quale sono stati incastonati un fiore in argento ed un topazio azzurro che simboleggiano i fiori ed il mare della città di Sanremo. Nel corso degli anni, prima di Toto Cutugno, sono state tante le icone del Festival ad essere premiate con la Palma D’Argento: Pippo Baudo, Al Bano Carrisi, Tony Renis, e Rita Pavone. Ma il maestro Affidato ha realizzato anche il premio “Dietro Le Quinte” – scultura composta da una D e una Q stilizzate poggiate su una base su cui è applicata la targa che riporta il logo della manifestazione ed il nome del premiato. Il riconoscimento è stato consegnato nel corso della stessa serata a coloro i quali lavorano attorno al Festival della Canzone e alla musica italiana: Giampiero Artegiani (Perdere l’Amore); Laura Cervellione (TG 24); Danilo Ciotti (Uffici Stampa); Nicoletta Mantovani (Fondazione Pavarotti) e Cristiano Minellono (L’Italiano). Inoltre un premio speciale alla Carriera a Dino Vitola ed il Premio Mr. Blogger quest’anno assegnato a Davide Maggio. La Giuria era composta dalla presidente Marinella Venegoni (La Stampa), Mario Luzzatto Fegiz (Corriere della Sera), Dario Salvatori (Rai Uno), Marco Molendini (Il Messaggero), Andrea Spinelli (Quotidiano Nazionale) e Andrea Scarpa (Il Messaggero e Donna Moderna). Presidente storico del Gala, Mario Maffucci, per oltre 20 anni capostruttura del Festival.

Tanti gli artisti, i giornalisti, i personaggi del mondo musicale e i rappresentanti delle istituzioni presenti alla serata tra cui il giornalista Mario Luzzato Fegiz, i Matia Bazar, i Jalisse, Alba Parietti e il presidente nazionale dell’Unicef Giacomo Guerrera. Insieme a quest’ultimo Affidato, in qualità di Ambasciatore dell’Unicef, ha voluto anche fortemente promuovere a Sanremo un convegno dal tema “Per una integrazione che riguardi i diritti di tutti”. Un momento di grande crescita e confronto, il cui tema, di strettissima attualità, è tanto attuale quanto delicato. Premi, ma anche impegno sociale per Affidato che a Sanremo non dimentica i bambini dell’Unicef. Restano ancora da consegnare nelle serate clou del Festival i “Premi della Critica Mia Martini” – prestigioso incarico conferito a Michele Affidato, realizzati sia per la sezione “Campioni” che “Nuove proposte”. Affidato inoltre ha incontrato Gianni Morandi, al quale lo lega ormai un sentimento di amicizia da diversi anni. Il maestro lo accoglierà in Calabria il prossimo 15 marzo, in occasione di un grande concerto che “l’eterno ragazzo” terrà a Reggio Calabria.

Data: 08 febbraio 2018.

Fonte: Michele Affidato Orafo.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com