Violenza, resistenza, minaccia a pubblico ufficiale e lesioni personali, due arresti dei Carabinieri ad Acri

NELL’AMBITO delle attività di controllo del territorio, ulteriormente intensificate su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, i Carabinieri della Stazione di Acri (Cs), nella serata di ieri, hanno tratto in arresto per il reato di “Violenza, resistenza, minaccia a Pubblico Ufficiale e Lesioni personali” un 30enne e un 31enne, entrambi di nazionalità rumena i quali, in evidente stato di ebbrezza, stavano molestando passanti e automobilisti mettendosi in mezzo la strada e lanciando sassi e bottiglie in vetro contro le malcapitate vittime.

I militari operanti, pertanto, alle ore 20.45 di ieri, su segnalazione della Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Cosenza, intervenivano in via Europa di Acri nel tentativo di calmare e allontanare i due uomini, i quali, però, alla vista degli operanti, li insultavano e spintonavano. Nel frattempo, sopraggiunti in ausilio i militari della Stazione Carabinieri di Bisignano e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Rende si procedeva a immobilizzare e ammanettare i due soggetti i quali, prima di desistere, continuavano a opporre una violenta resistenza con calci e testate nei confronti dei militari cagionando, a tre di essi, lesioni per le quali sono state necessarie le cure mediche dei sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale “Beato Angelo” di Acri. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Rende, in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna.

Data: 06 marzo 2018.

Fonte: Legione Carabinieri Calabria – Compagnia di Rende (Cs).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com