Via libera del Ministero per la costruzione di un Polo scolastico d’area nel territorio del Basso Savuto

SU PROPOSTA dei Sindaci del Basso Savuto, è stato chiesto al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, un finanziamento per la costruzione di un Polo Scolastico nell’area del basso Savuto. L’idea lanciata ai Sindaci, in una riunione nelle sede municipale di Altilia, da Pasquale De Rose, è stata sposata con particolare attenzione dai Comuni limitrofi.

Una proposta condivisa pienamente dal Sindaco del Comune di Motta Santa Lucia Amedeo Colacino, nel quale si è speso con determinazione per la riuscita dell’investimento. La presenza nel territorio del Basso Savuto, da parte dell’ex ministro Barca, ha aiutato l’accelerazione della pratica, per il finanziamento. Il Ministero ha comunicato la disponibilità dell’importo di 5 milioni di euro per la costruzione dell’edificio. Entro la fine del mese di marzo i Comuni dovranno far pervenire al Ministero competente, la disponibilità di far frequentare le scuole elementari, infanzia e medie, nel Polo Scolastico del Savuto. Le Giunte dei Comuni di Motta Santa Lucia, Martirano, Scigliano, Colosimi, Pedivigliano e Altilia, hanno già adottato le opportune deliberazioni di disponibilità ad assicurare il trasporto e la frequenza dei propri alunni, nel nuovo plesso scolastico. La proposta è stata inviata anche ai Comuni di Grimaldi, Malito e Conflenti. “E’ una scommessa sul Savuto – ha dichiarato il Sindaco De Rose (nella foto) – che a seguito di un lavoro di unità di intendi, si sta rivelando vincente. Il Polo Scolastico è una idea forte, l’unione dei Comuni limitrofi, significa unire servizi, unire proposte, unire progetti per crescere insieme. Il risparmio economico, aggiunge il sindaco di Altilia, sarà notevole per il trasporto scolastico ed aggregare comunità, sin dalle scuole elementari. Un altro elemento determinante sarà l’eliminazione delle pluriclassi nelle scuole, dei nostri Comuni. Un risultato educativo e didattico, di primaria importanza”.

Nell’incontro avuto negli uffici del Ministero, è stata approfondita altra proposta, di ricercare la possibilità di prevedere anche l’istituzione di un Istituto Superiore per i giovani studenti del nostro territorio. Nel Basso Savuto, il Polo Scolastico, si aggiunge ai centri commerciali già costruiti e a quello che è già in fase di costruzione, all’Istituto Bancario, oltre ad iniziative imprenditoriali già esistenti. “Le nostre proposte, ha dichiarato De Rose, sono testimoniate con i fatti, non solo ad insediamenti produttivi ma anche ad attività culturali di prim’ordine, per lanciare il basso Savuto nell’agenda della nostra Regione. Contano poco le parole, le dichiarazione roboanti di altri soggetti, i cittadini guardano con attenzione i risultati, le opere, i servizi, in un territorio che merita attenzione, essendo in una posizione geografica significativa, fra due province Cosenza e Catanzaro. Noi continueremo e porteremo avanti la cultura delle realizzazioni, ad altri lasceremo le litanie di poco conto”.

Data: 16 marzo 2018.

Fonte: Comune di Altilia (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com