Maltempo, la Giunta regionale della Calabria costituisce unità di crisi e chiede lo stato di calamità naturale per i danni delle mareggiate

SULLA grave situazione in tutto il Tirreno catanzarese e cosentino la Protezione civile regionale è già all’opera da ieri mattina, con personale e mezzi propri, con gruppi di volontariato, per portare i primi soccorsi alle popolazioni colpite dalle mareggiate. La Protezione civile ha lavorato per tutta la notte e sta continuando in queste ore. Il presidente della Regione, Mario Oliverio, sta seguendo costantemente l’evoluzione della gravissima situazione e ha dato disposizione affinché nella mattinata odierna l’assessore Roberto Musmanno, accompagnato dai tecnici dell’assessorato guidati dal direttore generale, Luigi Zinno, dal commissario di Calabria Verde Aloisio Mariggiò facciano un immediato sopralluogo nelle zone colpite, per una ricognizione e per incontrare sindaci, popolazioni, operatori economici. Contestualmente il presidente Oliverio promuoverà incontri immediati con tutti gli altri enti interessati alle operazioni, in particolare Anas ed Rfi, per concordare gli interventi in relazione al ripristino delle condizioni. Dopo i sopralluoghi, che saranno effettuati nella giornata odierna, un gruppo di coordinamento della Giunta regionale farà una valutazione esatta sugli interventi da compiere sia per quanto riguarda il monitoraggio dei danni che per il ripristino delle condizioni viarie e di sostegno alle attività economiche così duramente colpite.

Il presidente della Regione Mario Oliverio ha convocato una riunione urgente della Giunta per una prima valutazione sulla grave situazione determinatasi in alcuni Comuni a seguito delle eccezionali mareggiate che in queste ore hanno interessato la costa tirrenica. È stata anche costituita una unità di crisi per seguire costantemente l’evolversi della situazione e per mettere in contatto i Comuni interessati con una commissione, guidata dall’assessore alle infrastrutture Roberto Musmanno e composta dai dirigenti dei Dipartimenti regionali, dal commissario di Calabria verde Aloisio Mariggiò e dal dirigente della Protezione civile Carlo Tansi, che si è già recata sulle aree maggiormente colpite per una ricognizione dei danni e per assumere le iniziative necessarie anche con il coinvolgimento dell’Anas e di Rfi.

L’Esecutivo ha inoltre deciso la richiesta al Governo dello stato di calamità naturale per i danni causati dal maltempo su tutto il Tirreno.

Data: 22 marzo 2018.

Fonte: Regione Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com