“Non possiamo permetterci di perdere la sede del Giudice di Pace”. Il movimento Savuto Unito invita i Comuni alla cooperazione

“Non è assolutamente concepibile il rischio di perdere la sede del Giudice di Pace di Rogliano, che ha competenze giurisdizionali nel Comprensorio del Savuto e che potrebbe essere accorpato a Cosenza per problemi di personale”. E’ quanto ha scritto in una nota il Movimento civico “Savuto Unito” – presieduto da monsignor Vincenzo Filice, a proposito del ventilato accorpamento dell’ufficio giudiziario a quello di Cosenza. L’aggregazione civica, che si batte per la fusione dei Comuni a sud di Cosenza, ha annunciato una sua iniziativa, destinata a sollecitare, per istanza civica, i Comuni a trovare “un’adeguata soluzione al problema attraverso il loro concreto concorso alle spese”. Alla sua determinazione il movimento è pervenuto a seguito di una “riflessione comune” che ha fatto registrare la partecipazione dei suoi membri, tra cui Pier Vincenzo Garofalo, Ninì Ponterio e Carmelo Altomare. Al problema è stato dato, tra l’altro, un excursus storico, che ha richiamato “la presenza del presidio di giustizia nel Mandamento di Rogliano sin dai secoli passati” – ed anche la “controversia trattata, sul finire del ‘700, in una causa tra la municipalità di Rogliano e quella di Cosenza per il mantenimento nella Città del Savuto dell’allora Pretura, controversia conclusasi, presso la corte di Napoli, con il pieno riconoscimento delle ragioni roglianesi”.

E’ stato anche ricordato come in passato, le spese relative al personale della Pretura di Rogliano siano state sostenute da tutti i Comuni del mandamento “con il versamento di quote proporzionali alla popolazione”. Altomare ha fatto presente che “non ci possiamo permettere il lusso di perdere un’altra struttura pubblica di interesse zonale”. Garofalo ha parlato dell’ampliamento delle competenze dell’ufficio del Giudice di Pace, cosa che, a maggior ragione, impone il suo mantenimento sul territorio”. Ponterio, ribadendo l’urgenza di procedere alla istituzione di un Comune Unico, ha sottolineato la “vitale importanza della cooperazione tra Comuni contermini”. Una riunione ad hoc dell’esecutivo del movimento è prevista per i prossimi giorni.

Data: 04 maggio 2018.

Fonte: Libero Movimento Civico “Savuto Unito”.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com