Riscoperta e valorizzazione del territorio, il Rotary Savuto ospita l’Associazione Nazionale Italiana Rocciatori

PROSEGUE l’impegno del Rotary Club Rogliano Valle del Savuto per la valorizzazione e riscoperta del territorio. Ospite del Caminetto (nelle foto) l’Anir (Associazione Nazionale Italiana Rocciatori) con sede a Rogliano, i cui rappresentanti con professionalità e preparazione hanno presentato ai soci del Club il loro progetto fatto di impegno e passione soprattutto.

Nei saluti, il presidente Ferdinando Alibrando, ha sottolineato l’importanza dell’incontro e l’impegno che l’associazione del Savuto mette per promuovere le bellezze architettoniche del territorio, le tipicità enogastronomiche e l’impulso al turismo fonte di sviluppo socioeconomico e culturale. Un ulteriore incontro questo per <<incrementare l’affiatamento tra rotariani, e non rotariani – ha sottolineato Alibrando – e potenziare l’immagine del Rotary nella Comunità locale>>. Dagli interventi del presidente Bruno Sicilia, Angela Gallo, Antonello Fante, Ada Schiumerini psicologa e psicoterapeuta, si è appreso che l’Associazione si occupa prevalentemente di formazione e sicurezza negli ambiti lavorativi e di valorizzazione del patrimonio ambientale; della valorizzazione degli ambienti rurali abbandonati, la promozione di percorsi specifici per persone diversamente abili, nonché di tutte le discipline sportive che sviluppano una maggiore sensibilità verso il rispetto e la conoscenza dell’Ambiente (free climbing, tree climbing, canyoning etc.). Tra l’altro nel corso dell’incontro, la psicologa ha sottolineato come la pratica del camminare contribuisce a vivere esperienze profonde di immersione nella natura fuori e dentro di noi, come strumento di consapevolezza, anti-stress, terapeutico, e contribuisce anche al rispetto per l’ambiente, alla scelta di consumi consapevoli e sobri.

Per raggiungere questi fini, l’Anir ha fatto proprio il sacrificio e la dedizione e invita i giovani soprattutto a innamorarsi delle proprie origini, riscoprire e far conoscere agli altri la nostra Storia. Numerose e interessanti sono le proposte messe in cantiere dall’Anir come: trekking, escursioni tutto l’anno, incontri formativi anche con le scuole e riflessioni etc. “Ciaspolata al tramonto Montescuro” (Sila), escursione (nella foto, a destra) “Ponte delle Fratte” (Marzi), “Le cascate di Cannavina” Balzata Comune di Rogliano, dove quest’anno a luglio sarà organizzato il brindisi di mezzanotte ed altre anche fuori Regione in collaborazione con altre associazioni. Suggestive e molto apprezzate le immagini riprese a cura di Antonio Vizza con l’ausilio del droni lungo il percorso di una delle tante escursione sul territorio del Savuto, la cui bellezza e fascino dei posti ha sorpreso e incantato i presenti.

Pasquale Taverna

Data: 08 maggio 2018.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com