Con l’Anir alla riscoperta degli antichi sentieri. Il 13 maggio la seconda edizione di “Wild Savuto”

L’Associazione Nazionale Italiana Rocciatori (ANIR) – Trekking Savuto e Sila presenta: “Wild Savuto II”.

Evento che ci porterà a riscoprire una parte della vecchia linea ferroviara Calabro-Lucana oramai in disuso e dimenticata, dove la vegetazione ha preso il sopravvento, inebriati dal profumo delle ginestre, allietati dalla vista dei vigneti, catturati dalla cornice dei tanti ulivi e querceti. Una volta abbandonato il percorso ferroviario entreremo nella vera Wild Savuto, una autentica emozione ripercorrere i vecchi sentieri e le antiche mulattiere fino al maestoso Ponte delle Fratte. Dal Ponte proseguiremo lungo il versante opposto, seguendo un sentiero ripristinato che ci guiderà fino al piccolo ponte in legno (passaggio del guado). Arriveremo quindi alla centrale idroelettrica a cui si congiunge il sentiero dei vigneti per poi ripercorrere il tratto ferroviario che ci riporterà al punto di partenza.

Info escursione:
– Lunghezza percorso circa 6 km.
– Difficoltà E (escursionistico).
– Dislivello medio circa 10%, solo in un tratto in negativo 40%.
– Tempo di percorrenza circa quattro ore.
– Abbigliamento da escursionismo adeguato alla stagione.
– Obbligatorio uso scarpe da trekking.
– Borraccia con almeno 1.5lt di acqua, colazione a sacco, “stuzzicherie” a carico degli organizzatori.

Costo: €10.00 a persona

Info e contatti:
Bruno – 3407407997.
Antonello – 3401763352.
Natale – 3337274453.

Data: 10 maggio 2018.

Fonte: Associazione Nazionale Italiana Rocciatori (ANIR)  – Rogliano (Cs).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com