L’eremo della Santissima Trinità di Spezzano della Sila eretto a santuario. La struttura religiosa risale al XV° secolo

E’ DEL PRIMO MAGGIO scorso la notizia dell’erezione a Santuario diocesano dedicato a San Francesco da Paola della chiesa con attiguo convento che domina dall’alto il territorio del comune di Spezzano della Sila. È durante una solenne celebrazione che il parroco don Emilio Salatino da’ lettura del decreto approvato da S.E. Monsignor Francesco Nolè arcivescovo di Cosenza-Bisignano ai numerosi fedeli accorsi per partecipare con gioia e preghiera alla giornata di festa che ricorre nel 499° anniversario dalla data di canonizzazione del santo taumaturgo.

L’eremo della Santissima Trinità di Spezzano della Sila (nella foto) il terzo in ordine di tempo costruito da San Francesco di Paola venne aperto intorno al 1474. A chiedere a San Francesco la presenza ai piedi della Sila era stata la locale università che come basa d’appoggio diede l’oratorio dedicato a San Tommaso. Grazie al sostegno economico della popolazione nonché di quello della nobiltà cittadina la cappella fu ampliata e completata con la costruzione dell’attiguo convento. Il luogo di culto che conserva diverse reliquie del Santo (cappuccio, bastone, parte di uno zoccolo, croce.. che saranno presto sistemati in una teca) presenta diversi segni di devozione francescana ed ha assunto in questi anni un notevole rilievo per i fedeli della zona silana, per l’intera diocesi e per tutti coloro che guardano con devozione alla figura di San Francesco da Paola.

Roberto De Cicco

Data: 17 maggio 2018

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com