Nuovo ospedale. “Tergiversare oltre non è possibile”. Interviene il gruppo Cosenza Positiva – Fratelli d’Italia

“SULLA VICENDA del nuovo Ospedale, siamo stati costretti, in questi giorni, ad assistere ad un susseguirsi di dichiarazioni tendenti a sollecitare la discussione in Consiglio. A questo proposito rivendichiamo con forza l’importante lavoro svolto dalla presidente della Commissione consiliare sanità, Maria Teresa De Marco, insieme alla quale abbiamo favorito la ripresa del dialogo, ospitando il primo dicembre dello scorso anno, il sindaco e il presidente della Regione insieme per presentare a tutti i consiglieri comunali lo studio di fattibilità varato dalla stessa Regione, ma già allora erano emerse delle difficoltà tecniche ad oggi non ancora chiarite”. E’ quanto afferma, in una nota, il Capogruppo del gruppo consiliare “Cosenza Positiva-Fratelli d’Italia”, Giuseppe D’Ippolito.

“Sul punto, avevamo deciso di attendere lo sviluppo dei fatti, consapevoli di poter vantare, a giusta ragione, sulla vexata quaestio del nuovo Ospedale, una sorta di diritto di primogenitura per avere acceso sull’argomento i riflettori, con largo anticipo, proprio grazie all’importante lavoro svolto dalla dottoressa De Marco. Ben venga, quindi – prosegue la nota di Giuseppe D’Ippolito – la fissazione di un ordine del giorno ad hoc del Consiglio comunale, perché è di tutta evidenza come sia proprio il Civico consesso l’unico luogo in cui dover discutere del tema urbanistico sollevato. Tergiversare oltre non è possibile, così come è inaccettabile confondere le acque. Non si tutela il diritto alla salute procrastinando o differendo sine die la soluzione dei problemi che certo non saranno risolti né con la scelta della localizzazione dove far sorgere il nuovo nosocomio, né con la sua consegna ai cittadini che non sarà certamente immediata, mentre, invece, restano inascoltate tutte le istanze che quotidianamente vengono disattese dalla gestione regionale targata Oliverio e Scura. E’ noto a tutti, infatti, che da pochi giorni sono state tagliate le prestazioni ambulatoriali che da oggi sono a pagamento obbligatorio per tutti. Di questo passo, verranno a mancare le regole basilari per salvare una vita umana e tutto ciò è intollerabile”.

Data: 12 giugno 2018.

Fonte: “Cosenza Positiva – Fratelli d’Italia”.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com