Savuto. Un brindisi sotto la Cascata del Cannavino, giornata-evento tra storia, arte e natura promossa dall’Anir

CI SONO LUOGHI  che raccontano storie lontane, evocano ricordi, ti abbracciano con i lori intensi colori, con le erbe selvatiche aulenti e con il suono forte delle acque scroscianti. Uno di questi luoghi è la Cascata di Cannavina (nella foto e nel video) che si origina dall’omonimo torrente gettandosi da un’altezza di oltre quindici metri lungo un costone roccioso modellato, come un’opera scultorea, dall’acqua e dal tempo.

Se di giorno la Cascata ha offerto ed offre ristoro alla calura grazie alla sua lussureggiante vegetazione, alle sue acque considerate un tempo medicamentose, agli avvallamenti che erano la piscina naturale per i giochi di grandi e piccoli, adesso si vuole scoprire il suo fascino notturno.

L’invito è quello di osservare il mutare dei colori brillanti del luogo che la notte ricopre con un vestito lunare, guardare con occhi rispettosi le radici da cui si proviene ammirando il Ponte di Tavolaria (nella foto e nel video) per la prima volta illuminato, un tempo punto di collegamento vitale per veicolare prodotti artigianali ed alimentari tipici della Valle del Savuto così come i vecchi sentieri e le mulattiere. Leggende e storia si intrecciano ed il Ponte ci riporta addirittura ai tempi del re Enotrio e, come in una macchina del tempo, si arriva al 1860 quando vi passarono le avanguardie di Garibaldi. Ad entrambi gli eventi storici sono legati aneddoti tutti da scoprire …

L’EVENTO

Un brindisi sotto la Cascata

Sabato 7 luglio 2018 

Per la prima volta la Cascata e il Ponte saranno illuminati

Percorsi enogastronomici – Discesa dalla cascata in fune e teleferica

Passaggio sopra la cascata

In cammino lungo sentieri in prossimità del Fiume Savuto accompagnati dalle guide

***

Data: 02 luglio 2018.

Fonte: Anir – Rogliano (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com