Parenti in festa per il conferimento della Cittadinanza Onoraria al presidente del Cosenza Calcio, Eugenio Guarascio

EUGENIO Guarascio, presidente del Cosenza Calcio è Cittadino Onorario di Parenti. Il conferimento dato ieri nel corso del Consiglio Comunale nella sua forma più ufficiale seguito da un momento di grande festa condivisa con l’intera collettività presso la meravigliosa cornice di Palazzo Ricciulli, nel centro storico. Per Guarascio, natio del borgo del Savuto, località Spinito, nel comune di Aprigliano, è stato un ritorno a casa come ha più volte sottolineato nel suo discorso di ringraziamento, aggiungendo: “sono emozionato nel ricevere la Cittadinanza Onoraria di Parenti luogo dei miei giochi, della mia prima istruzione”. E del suo cammino verso il Cosenza ha cosi dichiarato: “ogni imprenditore deve essere cosciente che deve impegnarsi in attività sociali perché non si deve solo prendere dal territorio ma deve anche saper dare con l’impegno sul campo. Con il Cosenza Calcio è stata un’avventura intrapresa con un po’ di incoscienza. Per fortuna, grazie all’impegno di un team coeso e convinto delle proprie capacità, ho saputo traghettare tutti verso un grande obbiettivo, portando a casa la promozione in B risultato per la provincia, per l’intera Calabria”.

Per la sindaca Donatella Deposito è un doppio risultato positivo vedere il proprio paese condividere e festeggiare il neo concittadino in un bagno di folla delle grandi occasioni, e per aver accesso i riflettori sulle capacità – da tutti largamente riconosciute – su un manager esperto, onesto come Eugenio Guarascio: “che diventi monito per tanti giovani che vivono il territorio perché anche rimanendo in Calabria, a Parenti si possono raggiungere grandi traguardi di vita e professionali” – ha voluto rimarcare il primo cittadino.

Alla manifestazione hanno preso parte numerose personalità tra le quali alcuni sindaci del Savuto come Lucia Nicoletti del Comune di Santo Stefano di Rogliano e Antonio Basile primo cittadino di Belsito. Emozionante l’inaugurazione del club cittadino rosso-blu intitolato ad un grande tifoso del Cosenza lo scomparso Fuoco Carmine che, dalle parole del figlio – oggi presidente del club – traspaiono parole di orgoglio e di profonda appartenenza ai colori sociali: “il Cosenza si ama“ – ha cosi dichiarato ricevendo dal presidente del Cosenza una maglia omaggio della società. La festa è proseguita fino a tarda serata con tra musica e prelibatezze culinarie locali.

Data: 14 luglio 2018.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com