Fusione tra Comuni, incontro alla Regione sulla normativa. Delegazioni con Piero Minutolo e mons. Vincenzo Filice

E’ STATA registrata massima convergenza di idee sulle proposte formulate dall’associazione politico-culturale “Io partecipiamo” e dal Libero movimento civico “Savuto unito” nel corso dell’audizione tenuta presso la Prima commissione regionale “Affari istituzionali” sulla normativa riguardante le fusioni tra Comuni. La piattaforma propositiva è stata illustrata dai presidenti delle due aggregazioni, l’ex sindaco di Cosenza Piero Minutolo e monsignor Vincenzo Filice (nella foto), che hanno guidato le rispettive delegazioni (presenti, tra gli altri, Emilio Cozza e Carmelo Altomare). Sono intervenuti nella discussione: il presidente dell’organismo consiliare Franco Sergio e alcuni componenti, tra cui Giuseppe Giudiceandrea, Ennio Morrone, Sinibaldo Espositoe Giuseppe Pedà. Una relazione scritta sui contenuti delle posizioni espresse dalle due associazioni sarà presentata al protocollo della Commissione nei prossimi giorni. “Totale soddisfazione” hanno espresso in una dichiarazione congiunta Minutolo e Filice per l’andamento dei lavori e per la disponibilità dimostrata dalla commissione verso le proposte che sono state immesse al centro della riunione. E’ stata segnalata la necessità della semplificazione normativa, secondo procedure destinate a garantire la massima partecipazione dei cittadini ai processi di formazione dei nuovi comuni unici. Porre al centro la volontà popolare, attraverso apposite consultazioni referendarie ben regolate, dovrà comportare la determinazione di chiari vincoli democratici agli iter decisionali, che non possono, né devono essere oggetto di interessate interdizioni. Sul tema, è stato sottolineato, i cittadini mostrano di esprimere idee ben più avanzate rispetto alle resistenze espresse da blocchi politici locali, ancora attardati nella cura strumentale di campanilismi e municipalismi superati dalla storia e dalla realtà. Un capitolo è stato dedicato agli incentivi regionali da porre in campo in aggiunta ai sostegni previsti dalla legislazione nazionale, incentivi che dovranno avere una ricaduta sulla fiscalità in un quadro di alleggerimento della pressione. La materia è stata affrontata, con competenza tecnica, nei suoi aspetti più sostanziali, alla luce delle esperienze maturate nell’ultimo anno. Minutolo e Filice hanno rimarcato “la positività di un clima aperto alle istanze civiche, ma anche l’utilità degli apporti di base alle dinamiche legislative, laddove queste assumano un peso strategico sulla vita delle Comunità locali”.

Data: 20 luglio 2018.

Fonte: Associazione politico-culturale “Io partecipiamo”  – Libero movimento civico “Savuto unito”

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com