Cisl e Uil Calabria: “contrattualizzazione per i precari e stabilizzazione per il personale che ha maturato i requisiti”

“L’ULTERIORE richiesta di rinvio dell’incontro sul bacino inerente i lavoratori di cui alla Legge Regionale 15/2008 e i lavoratori del programma stages, alla data del 31 luglio p.v. spinge queste OO.SS ad una dovuta riflessione. Nel prendere atto della richiesta avanzata dall’Assessore che per senso di grande responsabilità e di attenzione è stata accettata dalle OO.SS., ci aspettiamo che vengano definitivamente accolte, e conseguentemente attuate, le proposte che, unitariamente durante l’incontro del 04 giugno u.s., sono state formulate: contrattualizzazione per chi versa in bacini di precariato e stabilizzazione per coloro che hanno già maturato i requisiti. Il tema del precariato necessita di interventi rapidi. I lavoratori devono avere contezza del loro oggettivo mutamento di status per consentire uno svolgimento sereno delle attività lavorative sapendo di poter confidare vero rapporto di lavoro e non su un sussidio o su altro di uguale natura”. Così, in una nota, i segretari generali di Fesla Cisl Calabria, Carlo Barletta e di Uil Temp Calabria, Gianvincenzo Benito Petrassi, a proposito delle vertenze che riguardano i diversi bacini di precariato in Calabria.

Data: 25 luglio 2018.

Fonte: Fesla Cisl Calabria – Uil Temp Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com