“Con la terra e con le mani”. Belsito, un progetto destinato ai più piccoli sotto la guida del maestro Ottavio Cozza

 SI CONCLUDERÀ’ lunedì prossimo con una mostra espositiva dei lavori realizzati nel corso delle attività di “Con la terra e con le mani” – un progetto promosso dal Comune di Belsito  destinato all’apprendimento dei bambini del posto e dei piccoli immigrati di diversa nazionalità ospiti dello Sprar. Tre ore al giorno per tre appuntamenti settimanali dedicati alla lavorazione dell’argilla sotto l’attenta guida del maestro ceramista Ottavio Cozza, il cui apporto ha permesso al gruppo di partecipanti di acquisire alcune tecniche di lavorazione, plasmare la creta e rifinire i manufatti con risultati importanti in rapporto all’età. Allievo del maestro ceramista napoletano Giampiero di Lello, Cozza è considerato tra i migliori artisti calabresi per idee e tipo di sperimentazione dei materiali. L’esperienza di Belsito ha consentito – in un mese – il raggiungimento di un triplo obiettivo: integrazione e socializzazione, apprendimento e creatività, recupero delle tradizioni artigiane e scambi culturali. Un momento di grande arricchimento che ha prodotto entusiasmo e partecipazione, ma anche grande soddisfazione all’interno della Comunità. Un risultato salutato con interesse dal sindaco Antonio Basile e dalla consigliera con delega Filomena Benincasa. Entrambi hanno sottolineato l’impegno dell’Amministrazione comunale a sostegno dei programmi educativi rivolti all’infanzia, in particolare alle discipline artistiche. In più, alle politiche sulla integrazione attraverso il dialogo interculturale mediante la promozione delle arti e la realizzazione di attività di interesse sociale e culturale.

Gaspare Stumpo

Data: 26 luglio 2018.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com