Paterno Calabro, arte e spiritualità alla seconda edizione di Tanabata: Il Canto delle Stelle. Evento in località Orticelle

L’Associazione Culturale “Progetto Paterno” ha organizzato la seconda edizione di Tanabata: Il Canto delle Stelle. L’evento si è svolto, dal 13 al 15 luglio, presso la contrada “Orticelle” nel Comune di Paterno Calabro, sede dell’Associazione e del “Museo all’Aperto”. Nei giorni della manifestazione, ricchi di eventi culturali, grande interesse hanno suscitato le opere del maestro Alfredo Granata, ispirate all’Abate Gioacchino da Fiore e l’opera “Precius Impermanens” del regista e videoartista, Orazio Garofalo, nonché le bio-installazioni di arte contemporanea, realizzate con elementi naturali ed ispirate al tema della rinascita e dello Spirito, realizzate dai maestri Emilio Sacco, Massimo Mauro, Franco Minuti e Diego Minuti.

Durante i giorni di Tanabata si sono svolti anche due seminari: il primo dal tema “Dello Spirito e su Gioacchino da Fiore-Profezia di una società estetica” – è stato presentato dal professore Vincenzo Maria Mattanò, teorico dell’Architettura, dalla scrittrice-regista ¬Adriana Toman e dal professore Gianfranco Lambrosciano, critico d’arte; il secondo seminario dal titolo “Lo Spirito” ha avuto come relatori, il professore Leopoldo Conforti, presidente dell’Accademia Cosentina e lo scrittore e poeta, Rocco Taliano Grasso. I partecipanti a questa manifestazione hanno assistito altresì alla rappresentazione teatrale “Davanti alle mura di Gerusalemme” – prima piecè teatrale tratta dal libro “Trilogia Gioachiminita” di Adriana Toman.

Anche in questa edizione di Tanabata sono stati organizzati laboratori per i bambini a cura di Daniele Teatrino Scarpelli ed Emilio Sacco. Il presidente dell’Associazione “Progetto Paterno” – l’ingegnere Antonello Tucci, ha illustrato il progetto di altre due opere, che andranno ad impreziosire il “Museo all’Aperto” e che saranno realizzate seguendo i canoni della bioarchitettura e della bioedilizia: l’Anfiteatro in terra ed un Centro Interreligioso, “La Casa del Padre” – luogo di condivisone e di dialogo per le tre religioni abramitiche, Cristianesimo, Ebraismo ed Islam. Un progetto ambizioso quest’ultimo, nella terra in cui San Francesco di Paola ha gettato il suo seme di amore, concordia e pace tra gli uomini.

Cinzia Barone

Data: 27 luglio 2018.

Le foto sono dell’Associazione Progetto Paterno.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com