Rogliano. Art Hero Photo Contest, premio Giuria di Qualità a Flavia Aiello, ad Alessandro Mattia il premio Social

“Ci sarà sempre un tramonto ad aspettarti alla fine di ogni tuo viaggio”. Questo è il titolo dello scatto vincitore (foto a destra) del Premio Giuria di Qualità della II^edizione dell’Art Hero Photo Contest realizzato dalla giovanissima Flavia Aiello che ha visto la cerimonia conclusiva ieri nel rione Cuti a Rogliano e in calendario alla programmazione estiva di “Gulia Urbana” dell’Associzione Rublanum Alternative.

I tre giudici, Sara Sganga, Francesco Granato e Ilaria Dragone, professionisti di settore e d’indiscutibile curricula hanno giudicato con molta attenzione i sedici scatti finalisti su ben 44 pervenuti al contest da tanti addetti ai lavori e semplici appassionati di fotografia di varie regioni italiane.

Durante la manifestazione è stato assegnato il Premio Social che, come da regolamento, ha inteso aggiudicare il titolo all’ “Infinito viaggio sul Mare” (foto sinistra) del calabrese Alessandro Mattia che ha portato a casa il maggior numero di like sul social network Facebook. Soddisfazione da parte del portavoce dell’Art Horo Production, Danilo Amato, che insieme ai suo collaboratori Aldo Girimonte e Luisa Cairo hanno già anticipato di voler lavorare per il prossimo contest ad una nuova sezione Premio Local da assegnare al fotografo che meglio sa catturare uno scorcio caratteristico della Valle del Savuto tanto da diventare una cartolina di presentazione dei nostri luoghi, oggi una proposta speriamo realizzabile. Entusiasmo espresso anche dallo stesso Andrea Falbo, presidente dell’attivissima Rublanum Alternative che in questi giorni sta coordinando insieme ad un’affiatato gruppo di iscritti un’altro grande progetto lo Street Art Festival.

Giunti alla sua VII^ edizione “l’arte di strada” insieme al contest fotografico, hanno dimostrato con le due forme d’espressione artistica, due modi di raccontare una emozione rendendo indelebile nel tempo uno scatto o un’esplosione di colore che su di un muro o su carta fotografica danno allo spettatore sensazione del tutto personali ed intime per una libera interpretazione diventando per un attimo “ladri di emozioni fantasiose”.

Massimiliano Crimi

Data: 30 agosto 2018.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com