Altilia, il presidente dell’Associazione San Francesco in visita alla Grotta eremitica. Il sindaco De Rose incontra gli emigrati

PASQUALE De Rose ha accolto nel Palazzo municipale il presidente Associazione San Francesco, accompagnato dai giovani. Il sindaco ha ringraziato il rappresentante dell’Associazione composta da tanti connazionali che ha onorato la nostra Comunità. Il signor Antonio Rummo ha voluto visitare la Grotta Eremitica (nella foto). E’ rimasto impressionato dagli affreschi di Cristo, della Vergine e di San Sebastiano. Il presidente dell’Associazione, inoltre, ha visitato il Palazzo Federici, il centro storico di Altilia, la chiesa di Santa Maria Assunta e di San Giovanni Battista. Nel Palazzo municipale, il sindaco ha sottolineato l’importanza di un collegamento con i nostri emigranti, il legame profondo che ci lega, che potrà essere utile per umo scambio costante di rapporti di collaborazione. Si è concordato di comunicare ogni evento, tramite internet, ai nostri amici all’estero. E’ stata avanzata una proposta per organizzare eventi culturali con la partecipazione dei nostri connazionali, per creare visite al nostro patrimonio artistico, della nostra Comunità. Il sindaco ha consegnato all’illustre ospite un bassorilievo, con l’immagine di San Francesco e del paesaggio di Altilia. Si sono concordati una serie di comunicazioni, finalizzate a creare una sinergia tra Altilia e i nostri connazionali. Un’apertura di una intesa che si è potuto agevolare grazie alla visita all’estero da parte dell’Associazione Savuto Calcio e della fattiva azione delle giovani guide Francesca Greco e Ilenia Repole, del Progetto Turistico “Altilia Bene Comune” – le quali hanno relazionato in Canada, di una serie di attività realizzate e da realizzare nella nostra Comunità. Altilia che si apre e si candida a pieno titolo ad accogliere turisti, per visitare un patrimonio ricco di arte, di storia, di tradizioni, e per i servizi eccellenti che si stanno realizzando nel nostro territorio.

Resta fondamentale la collaborazione concreta, sempre più consistente dei giovani, dei cittadini che sostengono le diverse iniziative che l’Istituzione comunale sta concretizzando. La sistemazione della Grotta Eremitica di San Francesco di Paola, il progetto dei Borghi, dove risaltano le Cave di pietra, che hanno reso famosa Altilia, per l’arte degli scalpellini, la valorizzazione dell’antica Via Popilia, Palazzo Federici, il Ponte di Annibale, la sistemazione di alloggi per edilizia sociale, potranno ancora di più, essere attrattori, perché Altilia diventi riferimento permanente di visite, non solo dalla Calabria, dall’Italia, ma dei paesi europei e di oltre Oceano. “Un’azione tenace, in questa direzione – ha affermato De Rose – che dal nostro lavoro potranno beneficiare le nuove e future generazioni”.

Data: 10 settembre 2018.

Fonte: Comune di Altilia (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com