“Un Dono per la Vita”. Rogliano, giornata di sensibilizzazione per la donazione degli organi a cura dei Rotary Club

APPRODA in piazza on. Pietro Buffone e riscuote interesse e partecipazione il progetto “Un Dono per la Vita” sostenuto dal Rotary Club Rogliano Valle del Savuto e Rotary Presila Cosenza Est con patrocinio dell’Amministrazione comunale di Rogliano. Dopo la giornata di prevenzione della MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata) dei giorni scorsi con l’ausilio del Camper della Salute, mezzo dell’automedica dell’Avis Calabria e del Rotary Foundation, il Rotary punta di nuovo a Rogliano con la giornata di sensibilizzazione per la donazione degli organi. Una manifestazione con la Comunità per avvicinare la gente e spiegare l’importanza della donazione degli organi, dissipare dubbi e incertezze sulle procedure, diritto di tutela del donatore e del ricevente, e infine come aderire al Registro Nazionale Trapianti.

Insieme ai due presidenti del Rotary Club Pietro Rizzuto e Rita Roberti (promotrice del progetto) sono intervenute anche Dora D’epiro e Agata Mollica medici specialisti e numerosi soci. Per la dottoressa Roberti, coordinatrice per le attività di donazione e trapianto dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, il progetto <<mira a risvegliare la cultura della donazione e consenta di raccogliere sottoscrizioni di dichiarazioni di volontà alla donazione. Sperando in tal modo di aumentare la disponibilità di organi da trapiantare, considerato il numero eccessivo di pazienti che sono in lista d’attesa>>. Il progetto di grande ed indubbia utilità sociale, nasce dal fatto che in Calabria ci sono molte opposizioni alla donazione di organi e in particolare nella provincia di Cosenza. Pertanto iniziative del genere, per informare e raccogliere dichiarazioni di volontà saranno organizzate dai club Rotary che hanno aderito al progetto. <<Una campagna di sensibilizzazione- ha detto Pietro Rizzuto- che ha l’obiettivo di diffondere una corretta informazione sul tema della donazione e del trapianto di organi verso una scelta di responsabilità sociale, un gesto di impegno civile e di attenzione per gli altri>>. Dalla manifestazione emerge la necessità di educare alla solidarietà e far capire il valore della donazione. Ai Comuni si raccomanda di accelerare l’adozione della carta di identità elettronica e sensibilizzare i dipendenti degli uffici Anagrafe sull’importanza della registrazione e della sottoscrizione della dichiarazione di volontà alla donazione.

Pasquale Taverna

Data: 11 ottobre 2018.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com