Chi fermerà la musica? Rogliano, un nuovo anno insieme all’Orchestra Giovanile Musiké Paidon e tante idee per il futuro

“La musica è l’arte dei suoni” – “la musica è l’arte fondata sul valore, la funzionalità e la concatenazione dei suoni” – “La musica è l’arte e la scienza dell’organizzazione dei suoni, dei rumori e dei silenzi nel corso del tempo e nello spazio”: sono diverse le definizioni che i vari libri, trattati e dizionari danno della musica. Sono definizioni enciclopediche, analitiche, accademiche … vale la pena, invece, pensare anche ad un altro aspetto della musica: quello sociale!

LA MUSICA è un linguaggio universale, un “bisogno” capace di unire persone diverse, provenienti da contesti diversi, in possesso di competenze e sensibilità diverse. Per dirla con termini attuali, la musica è integrazione, è inclusione! All’interno di un ensemble, ciascuno ha il proprio ruolo, importante e fondamentale per la buona riuscita della performance. La musica rende tutti importanti, come i mattoni di un palazzo: ciascuno di essi offre il suo piccolo, ma indispensabile, contributo per la stabilità dell’edificio. Ed è proprio quest’ultimo aspetto, quello sociale, che anima l’Orchestra Giovanile Musiké Paidon, nata a Rogliano lo scorso anno, che unisce musicisti in erba provenienti da Rogliano e dai paesi limitrofi. Già nel nome, che deriva dal greco mousiké (musica, intesa come arte) e paidon (dei ragazzi), è evidente l’intento del suo fondatore, il M° Ivan Nardelli: fare musica con i ragazzi e per i ragazzi. Nata, dunque, per permettere agli alunni che completavano il ciclo della scuola media ad indirizzo musicale – ma che non volevano intraprendere percorsi professionali (Conservatorio o Liceo Musicale) – di poter continuare a suonare, l’Orchestra Giovanile Musiké Paidon è ormai una realtà che unisce ragazzi provenienti da diversi contesti musicali e di cui il territorio può e deve essere fiero.

Una realtà, un progetto sposato dall’Amministrazione Comunale di Rogliano e sostenuto da amministrazioni dei paesi limitrofi (tra cui quelle di Parenti, Paterno, Dipignano) e da scuole locali (I.C. Rogliano e Liceo Guarasci di Rogliano). Un anno e mezzo di attività, che ha visto “passare” per le fila dell’Orchestra circa sessanta ragazzi.

Chi ha deciso di restare, ha potuto vivere un’esperienza entusiasmante e ha avuto la possibilità di esibirsi in vari contesti, sentendosi parte di una vera e propria squadra. Una “squadra fortissimi”!!! Tra le performance dell’anno accademico 2017/18, i concerti natalizi, il concerto benefico per l’Associazione L’Arca di Noè (Vadue), il concerto/evento “Buon Compleanno Musiké” che ha visto avvicendarsi sul palco insieme ai ragazzi diversi gruppi professionisti della zona. L’anno si è concluso, poi, con la seconda edizione del Campus Estivo, che si è svolto a Paterno Calabro nell’ultima settimana di agosto. Sei giorni intensi di musica e di amicizia, in cui i ragazzi, di età compresa tra i 13 e i 19 anni, hanno fatto musica e hanno fatto aggregazione, senza che mai sia stata percepita alcuna differenza di età e senza che mai si sia verificata competizione tra di loro. E’ questo il vero valore della musica! A credere in questo progetto, oltre ai ragazzi e alle loro famiglie, diversi Maestri che offrono quotidianamente la loro collaborazione per amicizia e per amore della musica e dei ragazzi, contribuendo alla realizzazione di quella che ha tutto il sapore di un’utopia, in un mondo dominato quasi esclusivamente dal denaro e dalla voglia di apparire: un’orchestra il cui unico scopo è la musica dei ragazzi e per i ragazzi!

Data: 20 novembre 2018.

Fonte: Orchestra Giovanile Musiké Paidon – Rogliano (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com