Cinque Comuni della Valle del Savuto fanno squadra nella prevenzione degli incendi: Parenti, Marzi, Belsito, Scigliano e Carpanzano

“GLI EPISODI  che hanno recentemente interessato il patrimonio forestale regionale non devono offuscare l’operato degli amministratori che operano per il bene dei territori montani calabresi”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa del Comune di Parenti, capofila di un progetto sulla prevenzione del rischio incendi e calamità naturali nell’ambito della Misura 8 del PSR Calabria 2014-2020.

Promotore del progetto è Parenti assieme ai Comuni partner: Marzi, Belsito, Scigliano e Carpanzano. Un’iniziativa che fa leva sull’unione di intenti e la condivisione di buoni propositi dei territorio delle aree interne della Valle del Savuto che va nella direzione del contrasto alla diffusione degli incendi in vista della stagione estiva e nella valorizzazione dei patrimoni forestali attraverso la redazione dei piani di gestione e assestamento forestale.

Nello specifico l’intervento riguarderà complessivamente circa 250 ettari di proprietà forestale dei Cinque comuni e sarà finalizzato alla realizzazione delle seguenti tipologie di opere:

  • Interventi di ripulitura aree a rischio incendi;
  • Sistemazione idraulico-forestale;
  • Rinfoltimenti o rimboschimenti;
  • Ripristino di opere a supporto dell’antincendio boschivo;
  • Interventi finalizzati alla prevenzione quali il rinfoltimento e/o il rimboschimento;
  • Elaborazione di piani di gestione.

“Il progetto – si legge nel comunicato – rappresenta un’opportunità per migliorare la gestione delle foreste, valorizzare il patrimonio boschivo, consolidare e migliorare i rapporti con i diversi soggetti interessati (unione dei Comuni, popolazioni locali, operatori del legno, ma anche ambientalisti, turisti), rafforzare il legame tra foresta e qualità ambientale delle aree montane rurali. I promotori del progetto sono consapevoli che la prevenzione rappresenta l’unico strumento di buon governo del territorio – per questo motivo in linea con gli orientamenti governativi abbiamo inteso dimostrare che partendo proprio dalla sinergia dell’unione dei Comuni che è possibile promuovere un uso corretto e responsabile delle risorse forestali per migliorare la salute dei cittadini e garantire alle generazioni future la disponibilità delle risorse”.

Massimiliano Crimi

Data: 30 novembre 2018.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com