Ex Lsu-Lpu. Usb: “Pronti alla mobilitazione. Troppa indifferenza nei confronti della Calabria, la politica tiri fuori orgoglio e dignità”

“L’Unione Sindacale di Base comunica che a seguito delle notizie poco confortanti in arrivo da Roma circa l’assenza di volontà da parte dell’attuale maggioranza di Governo rispetto alla risoluzione della vertenza degli ex Lsu-Lpu, è pronta ad adottare ogni iniziativa per tutelare gli interessi dei lavoratori e quelli delle loro famiglie. Oltre vent’anni di sotto-precariato con risvolti vergognosi di natura previdenziale, assistenziale ed economica, un contratto ottenuto dopo anni di lotte e di rivendicazioni, l’assenza di decisioni sulla storicizzazione dei fondi e sulla predisposizione di deroghe per l’avvio di percorsi di stabilizzazione, la prospettiva del licenziamento a fine anno, suggeriscono una presa di posizione ferma contro la totale assenza di decisioni e l’indifferenza nei confronti della nostra regione. Una situazione confermata dall’empasse in Commissione Bilancio sull’emendamento da destinare alla Legge di Bilancio, che permetterebbe la prosecuzione delle attività di supporto agli enti locali nella gestione dei servizi di circa 4500 professionisti calabresi. Questo Sindacato, come in altre occasioni, è determinato a dare una risposta forte, attivando – già nelle prossime ore – forme di lotta per la difesa dei diritti e del lavoro. I Parlamentari, la Regione, i Sindaci sono chiamati ad assumersi la responsabilità in rapporto al proprio ruolo ed alla propria funzione, per tutelare gli interessi di migliaia di uomini e di donne che ogni giorno compiono il loro dovere in un territorio mortificato e scarsamente considerato dalla Politica Nazionale. E’ il momento di tirare fuori orgoglio e dignità. E’ il momento di scegliere da quale parte stare: dalla parte dei cittadini o dalla parte dei nemici della Calabria”. (Aurelio Monte per UsB Calabria)

Data: 03 dicembre 2018.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com