Ferrovie della Calabria, ripensare il servizio in un’ottica di innovazione *

di Gaspare STUMPO *

Le linee Cosenza-Catanzaro e quella Silana delle Ferrovie della Calabria, sono state pensate (e costruite) dagli inizi del XX° secolo – assieme ad altre a “scartamento ridotto” – con l’obiettivo di collegare due capoluoghi di provincia, l’area urbana con la montagna ma, soprattutto, di elevare la qualità della vita nelle Comunità dell’entroterra, rafforzando la rete delle infrastrutture. Una soluzione che ha consentito il miglioramento socio, economico e culturale di popolazioni altrimenti costrette all’isolamento. Ma anche di bloccare l’emorragia di persone verso contesti più ricchi, peraltro già consistente per via dell’emigrazione. Un capolavoro di architettura ferroviaria realizzato all’interno di uno scenario paesaggistico e naturalistico tra i più belli in Italia, sicuramente tra i più difficili per via della presenza di zone particolarmente delicate sul piano dell’assetto idrogeologico. Saranno quest’ultime, negli anni, il punto debole della ferrata, unitamente alla riduzione del comparto di manutenzione stabile rappresentato dai cantonieri e da soluzioni alternative (su gomma) implementate dal gestore. Ne sono esempio le frane scaturite lungo la tratta Marzi-Soveria Mannelli, che hanno causato l’interruzione del servizio treni nella fascia montana compresa tra la valle del Savuto e il comprensorio del Reventino. Una situazione che ha influito sulla mobilità locale, peggiorando le condizioni di vita della maggior parte dei residenti. L’annuncio di uno studio di fattibilità e lo stanziamento di fondi per il ripristino delle parti di tracciato soggette a smottamento fanno ben sperare per il futuro. Tuttavia, tali provvedimenti potrebbero essere non risolutivi se non accompagnati da soluzioni innovative in termini progettuali in grado di razionalizzare ed ottimizzare tracciato rendendolo intermodale, efficiente e funzionale alle logiche aziendali ma, prima di tutto, alle esigenze del cittadino-utente.

*Direttore responsabile www.savutoweb.it gasparemichelestumpo@pecgiornalisti.it )

Data: 12 dicembre 2018.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com