Natale nella Valle del Savuto. Programmi ludici, tradizione ma anche grande attenzione per i temi sociali

DAGLI alberi di luce  ai presepi, dai mercatini alle occasioni di festa riservate ai più piccoli. Nel Savuto si respira aria natalizia in una atmosfera di modernità, benché sobria, non scevra dalla tradizione. Quest’ultima, infatti, resta alla base delle manifestazioni promosse sul territorio. Come le grandi focare (o focere) che gruppi più meno nutriti di persone si apprestano ad organizzare nelle piazze (o nelle vicinanze delle chiese) per celebrare il Natale cristiano. Grandi cataste di legno, ricordiamo, vengono sistemate ed accese per salutare l’arrivo di un tempo nuovo e per auspicare, soprattutto, serenità e prosperità all’interno delle Comunità. Un rito che da tempo immemore accomuna quasi tutti i paesi del circondario, in uno spaccato di Memoria capace di resistere al tempo e alle mode, quindi, alla cultura di un presente che appare molto spesso frivola ed insignificante. Più che mai, quest’anno, le amministrazioni civiche con il sostegno delle pro loco hanno puntato su manifestazioni di carattere sociale ed educativo coinvolgendo scuole, istituzioni religiose ed associazioni. Convegni, dibattiti e iniziative di sensibilizzazione sono stati inseriti nella programmazione messa a punto nei vari Comuni della Vallata. Eventi ritenuti importanti per destare l’attenzione dei cittadini su argomenti di attualità che necessitano di essere approfonditi per quanto concerne l’ambiente, la sanità e i diritti dell’uomo. Spazio anche alle mostre d’arte, ai convegni su argomenti di politica e letteratura, alle celebrazioni di piccole e grandi ricorrenze. Non mancheranno, da queste parti, le degustazioni di prodotti tipici locali di contorno alle esposizioni estemporanee e agli spettacoli allestiti nei centri storici con tanto di villaggi degli elfi, giochi, percorsi e presenza di zampogne, personaggi dei fumetti e babbo natale. A Scigliano, per esempio, sarà allestito il Presepe Vivente, evento che già da anni desta molto interesse e partecipazione.  La rappresentazione al pubblico è prevista nei giorni 26 e 30 dicembre 2018 e nei giorni 1 e 6 gennaio 2019, dalle ore 17 alle ore 20, con ingresso gratuito.  Stesso ragionamento per il Presepe Vivente di Panettieri il cui svolgimento è in programma nei giorni 25, 26, 30 dicembre 2018 e 1, 5 e 6 gennaio 2019, dalle ore 17 alle ore 20. A Parenti, dove sara’ allestito anche il Presepe Vivente (29 dicembre, ore 16), si celebrano i trent’anni de “Les Majorettes” nel ricordo di don Mario Vizza. E’ stato proprio il sacerdote, ricordiamo, il fondatore del gruppo che oggi è considerato tra le più belle realtà associative presenti nell’area del sud Cosentino.

Gaspare Stumpo

Data: 24 dicembre 2018.

Fonte: ‘Parola di Vita’

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com