Si rinnova la tradizione legata all’accensione della “focara”. La luce simbolo del Cristo che illumina la strada *

di Gaspare STUMPO *

A VOLTE la tradizione religiosa trova riferimenti nella cultura popolare. Come il rito legato al solstizio d’inverno, nel periodo in cui il sole tocca il punto di declinazione minima per poi riprendere il “cammino” ascendente. Solstizio che segna anche il momento più basso per quanto concerne le ore di luce. Proprio la luce è l’elemento su cui si basa l’auspicio di “rinascita” delle popolazioni inteso come chiarore, calore ma, soprattutto, come nutrimento, energia e vita. Nella tradizione cristiana la luce rappresenta il Redentore che entra nella storia e illumina la strada. Ecco il vero senso della focara (o focera), un grosso falò (nella foto quello realizzato a Rogliano nei giorni scorsi) accesso nelle piazze o nei pressi delle chiese durante il periodo dell’Immacolata, la notte di Natale o di San Silvestro, intorno al quale la gente si riunisce in un clima di grande gioia e fraternità.

*Direttore responsabile www.savutoweb.it gasparemichelestumpo@pecgiornalisti.it )

Data: 24 dicembre 2018.

Fonte: Parola di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com