Incontro di commiato per il Consiglio provinciale. Iacucci: “l’Assise ha saputo trovare convergenza positiva”

Un’atmosfera serena quella del Consiglio Provinciale – un incontro di commiato, ma anche «un ringraziamento non formale e l’auspicio di un “arrivederci” a tutti i consiglieri che in questo biennio hanno saputo trovare una convergenza positiva, al di là delle appartenenze politiche, con l’intento di fare della Provincia di Cosenza la “Casa dei Comuni” e un laboratorio di buone prassi amministrative».

Così Franco Iacucci, che non ha mancato di sottolineare l’anomalia della Legge Delrio riguardante la scadenza differenziata dei mandati del Consiglio e del Presidente negli Enti di Area Vasta.

Il consuntivo del Presidente, rispetto al lavoro svolto in questo biennio con il Consiglio Provinciale uscente, è a tutto campo e registra i primi risultati positivi pur nelle difficoltà che sono derivate all’Ente dal nuovo impianto amministrativo e dai tagli di risorse agli Enti locali: «un lavoro svolto con grande difficoltà, ma con l’abnegazione e l’impegno di tutti, che ha portato a risultati apprezzabili che abbiamo voluto compendiare in una brochure riepilogativa – dagli investimenti sulla viabilità, per un importo di circa sette milioni e settecentocinquantamila euro più un milione e centodiciannovemila euro circa per manutenzione ordinaria, taglio erba e lavori di sgombero neve; all’autorizzazione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del programma quinquennale di interventi, per l’intero importo richiesto di euro 24.451.593 suddiviso in cinque annualità di euro 4.890.318,60; passando per i 69 interventi sull’edilizia scolastica in corso o in fase di avviamento, per complessivi euro 101.906.889,93; senza dimenticare i trasporti, l’ambiente, i tributi, la Stazione Unica Appaltante al servizio dei Comuni, le Politiche Sociali; e sottolineando l’impegno con l’UPI – l’Unione delle Province Italiane – che ha reso la Provincia di Cosenza protagonista anche sul piano nazionale».

Un risultato che ha visto i Sindaci del territorio e i Consiglieri provinciali protagonisti attivi, in un percorso di appassionato impegno e non di ricerca di “poltrone” che in questo Ente non ci sono.

Tutti concordi in un giudizio complessivamente positivo i successivi interventi dei Consiglieri uscenti. Il primo a prendere la parola è stato il consigliere Gianfranco Ramundo, che ha voluto ringraziare Iacucci per aver fatto della Provincia la “Casa dei Comuni” stabilendo un rapporto virtuoso con i sindaci; quindi Ugo Gravina che ha dato atto al presidente di aver saputo mantenere vivo il ruolo della Provincia di Cosenza, mettendola al centro dell’attenzione istituzionale; Francesco Gervasi, che gli ha riconosciuto la grande capacità di reggere il timone di una barca che ha navigato in acque difficili; Eugenio Aceto che ha affermato di non essersi sentito all’opposizione e di aver lavorato con impegno, insieme a tutti i colleghi Consiglieri; il vice presidente Mario Bartucci, che ha espresso l’impegno della sua lista per la prosecuzione di questa esperienza a fianco di Iacucci anche per i prossimi due anni. A chiudere gli interventi Ferdinando Nociti, che ha fra l’altro voluto ringraziare il presidente per la sensibilità dimostrata convocando quest’ultimo Consiglio Provinciale.

Data: 11 febbraio 2019.

Fonte: Provincia di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com