Cosenza, ipotesi progettuale di area attrezzata per bambini, giovani e anziani. Iniziativa dell’associazione politico culturale “Io partecipiamo”

Si è svolta nella sala parrocchiale di Santa Maria Madre della Chiesa – su iniziativa dell’associazione politico culturale “Io partecipiamo” – un’assemblea popolare (nelle foto) per discutere di un’ipotesi progettuale di area attrezzata per bambini, giovani e anziani nella zona compresa tra la chiesa, la scuola elementare e l’asilo nido di via Rosario Livatino. Si tratta di uno spazio inutilizzato che sarà attrezzato con impianti e percorsi benessere per lo svolgimento di attività ludiche e sportive, fruibile da parte di bambini, giovani e anziani. Il progetto redatto a titolo gratuito dagli architetti Elena Caferro, Franco Scarcello e Fulvio Terzi, su incarico dell’associazione “Io partecipiamo”, è stato illustrato all’assemblea da una relazione dei tre progettisti accompagnata dalla proiezione di slide.

In particolare, si prevede la realizzazione di un impianto bifunzionale pallavolo/calcetto a cinque dotato di tensostruttura, due campetti di bocce, uno spazio per giochi bimbi e un percorso benessere.

Dopo i saluti del parroco, don Franco Bonofiglio, ha fatto seguito la relazione di Piero Minutolo, ex sindaco di Cosenza e Presidente dell’associazione “Io partecipiamo”, il quale dopo aver ringraziato i professionisti per la loro disponibilità, ha sostenuto che l’iniziativa tende a sperimentare una forma inedita, almeno per la nostra città, di partecipazione, un nuovo modo di intendere la democrazia urbana. Vogliamo tentare di promuovere un nuovo senso di appartenenza alla comunità, non più in passiva attesa di determinazioni e scelte calate dall’alto, ma protagonista di iniziative e concrete e innovative idee progettuali di trasformazione, riqualificazione e valorizzazione del quartiere in cui vive. E’ un tentativo di contaminazione della città volto all’affermazione e diffusione di un modello di democrazia urbana fondato su 4 pilastri fondamentali: libertà, responsabilità, partecipazione e costante ricerca del bene comune.

Il progetto, ha continuato Minutolo, sarà portato avanti solo se condiviso dai cittadini del quartiere e, in tal caso, costituirà un tentativo di riappropriazione e trasformazione del territorio dal basso, primo progetto di iniziativa popolare ed esempio concreto di cittadinanza attiva.

In tutti gli interventi è stato espresso vivo apprezzamento e condivisione del progetto che tuttavia sarà ampliato comprendendo anche altre zone facendo tesoro delle indicazioni emerse durante la discussione che ha registrato gli interventi di Roberto Filice, Domenico Passarelli, presidente per la Calabria dell’Istituto Nazionale Urbanistica, Pino Luberto Cisl, Romano Pellegrino, Veronica Catalano, Emilio Cozza, Marcello Grandinetti e Pino Iannicelli.

A conclusione del dibattito si è deciso di apportare al progetto le modifiche richieste dall’assemblea per presentarlo subito dopo al Comune da un comitato di cittadini indicato dall’assemblea affinché si provveda a realizzare l’opera attraverso una parte del finanziamento di 18 milioni di euro che la Regione ha destinato alla città di Cosenza attraverso Agenda Urbana – POR Calabria 2014-2020.

Data: 22 febbraio 2019.

Fonte: Associazione politico culturale “Io partecipiamo”.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com