Santo Stefano di Rogliano, tutti i provvedimenti dell’ultimo Consiglio comunale. Stabilizzati anche due precari ex Lsu-Lpu

DURANTE l’ultimo Consiglio comunale, tenutosi lo scorso 29 marzo, sono stati affrontati diversi ed importanti punti all’ordine del giorno. In un salone privo del gruppo di minoranza, infatti, si è discusso di tariffe, Piano Finanziario TARI, DUP, SUA e di Bilancio di previsione 2019. Partendo per ordine la prima cosa da dire è che, così come succede dal 2014, anche per l’anno 2019 le tariffe di Addizionale comunale IRPEF, TASI e IMU sono rimaste perfettamente invariate, così come invariate sono rimaste le tariffe di scuolabus e mensa scolastica.

Il secondo punto all’o.d.g. riguardava il Piano Finanziario TARI. Come spiegava dettagliatamente il vicesindaco Giovanni Benincasa, la questione rifiuti ha vissuto negli ultimi mesi una profonda riorganizzazione. “La Regione Calabria, infatti, dopo mesi di trattative ha demandato l’intera gestione della filiera dei rifiuti agli ATO (Ambito Territoriale Ottimale). Nonostante questo caos organizzativo, continuava Benincasa, il nostro Comune, grazie al costante lavoro nel campo della gestione dei rifiuti, ha raggiunto importanti percentuali di differenziata che si attestano sul 67%. Sebbene con l’organizzazione ATO siano aumentati i costi di conferimento in discarica la nostra Amministrazione è comunque riuscita a generare un importante risparmio che ha portato, per l’anno 2019 all’abbassamento della tariffa sui rifiuti. Altro punto importante da mettere a fuoco è che nel nostro comune il servizio di raccolta differenziata viene effettuato in economia, con mezzi e personale comunale, dettaglio non trascurabile viste le enormi difficoltà che la gestione dei rifiuti comporta”.

La seduta continuava con la discussione, da parte della sindaca Lucia Nicoletti, del DUP (Documento Unico di Programmazione) per l’anno 2019. I circa due milioni di euro, che hanno riguardato i lavori pubblici, sono così suddivisi:
– miglioramento sismico edificio comunale (sede COC) 900000€;
– miglioramento pubblica illuminazione 166000€;
– lavori sulla rete idrica 110000€;
– lavori di miglioramento sismico edificio scuola elementare 670000€;
– ristrutturazione facciata Santa Liberata 300000€;
– videosorveglianza e estensione Wi-Fi 40000€.

Il settimo punto all’ordine del giorno riguardava l’approvazione del Bilancio di previsione. Il nostro Comune, come ha ampiamente illustrato la sindaca, anche quest’anno, ha mantenuto gli standard di solidità che ormai lo caratterizzano dal 2004, rispettando anche quest’anno i vincoli di finanza pubblica. Si tratta di un risultato per nulla banale né scontato poiché ci troviamo ad amministrare in periodi di forte crisi e ristrettezze economiche. In periodi come questi, inoltre, è doppia la soddisfazione se si pensa che lo scorso gennaio si è arrivati alla stabilizzazione di due nostre dipendenti, Erminia Scalzo e Giuseppina Marincola, dopo circa venti anni di precariato. In tutto questo, quello che risalta immediatamente all’occhio è l’87% di autonomia finanziaria che il nostro Bilancio presenta. In altre parole non si è ricorsi ad anticipazioni di cassa e non sono presenti debiti fuori bilancio. Lo spessore di questi risultati risalta di più all’occhio se si pensa che in Calabria ci sono circa 70 Comuni arrivati ad una situazione di dissesto o pre-dissesto finanziario.

Ultimo punto all’ordine del giorno concerneva l’adesione del nostro Comune alla SUA CS (Stazione Unica Appaltante di Cosenza). Questa operazione consentirà al nostro Ente di migliorare nettamente la velocità nella lavorazione delle procedure delle gare d’appalto. Si è arrivati a questa decisione, inoltre, anche per i costi più contenuti che la SUA Cosenza garantisce.

Data: 11 aprile 2019.

Fonte: Comune di Santo Stefano di Rogliano (Cosenza).

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com