Appaltati i lavori per la sistemazione delle frane sulla tratta Marzi-Soveria delle Ferrovie della Calabria

Le Ferrovie della Calabria hanno comunicato l’avvenuto appalto dei lavori per il consolidamento dell’area interessata da movimenti franosi lungo la tratta Marzi-Soveria Mannelli. Come annunciato a metà dicembre dello scorso anno i programmi aziendali prevedono l’ottimizzazione del tracciato ferroviario con interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. I lavori appaltati interesseranno le progressive km 43+350 e km 44+500 necessari alla riapertura della linea Cosenza – Catanzaro tra le stazioni di Marzi, nell’area del Savuto, e di Soveria Mannelli, in quella del Reventino. Oltre 2.700.000 euro destinati alla sistemazione del sedime ferroviario ed alla mitigazione del rischio idrogeologico in due zone del territorio comprese tra le provincie di Cosenza e di Catanzaro, particolarmente belle dal punto di vista paesaggistico ma vulnerabili sul piano strutturale perché soggette a dissesto. Il tratto ferrato compreso tra le stazioni di Rogliano e di Soveria Mannelli, ricordiamo, è stato aperto all’esercizio l’11 ottobre 1922. Un tragitto di trentasei chilometri contraddistinto da asperità soprattutto a monte del fiume Savuto, e da situazioni di dissesto idrogeologico che più volte, complice il maltempo, hanno causato l’interruzione del collegamento fra territori. Come nel caso dello smottamento avvenuto in località “Timpone” nel febbraio 2019 con conseguente stop dei convogli e attivazione di bus navetta tra le stazioni di Rogliano, Marzi e Carpanzano. Soddisfazione per l’avvenuto appalto è stata espressa dall’assessore ai lavori pubblici del Comune di Rogliano, Teresa Cicicirelli, che più volte, negli ultimi anni, si è occupata della vicenda sollecitando interventi anche attraverso missive indirizzate direttamente al presidente della regione Calabria, Mario Oliverio.

Gaspare Stumpo

Data: 06 maggio 2019.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com