Altilia, finanziato un progetto per la sistemazione delle grotte eremitiche di San Francesco di Paola

La Regione Calabria ha concesso un contributo di trecentomila euro al Comune di Altilia per la sistemazione dell’area di accesso alla grotta eremitica di San Francesco di Paola, il posto in cui il grande taumaturgo avrebbe dimorato prima di partire dalla Calabria, nella seconda metà del quindicesimo secolo. La grotta è stata scoperta alcuni anni addietro nei pressi del vecchio convento. Nel suo interno si trovano alcuni affreschi, uno di questi raffigurante proprio il Santo. Sono due, in realtà, le grotte rinvenute nel centro storico della cittadina del medio Savuto. Entrambe sarebbero state scavate nella roccia tra la fine del XV° e gli inizi del XVI° secolo, nel periodo antecedente all’insediamento dei frati. Il progetto finanziato prevede l’apertura di un varco di accesso al luogo, la costruzione di un arco in pietra e di una rampa in legno con passamano laterale, la sistemazione dell’impianto elettrico, il recupero degli spazi affrescati (già all’attenzione della Soprintendenza), la realizzazione di una sala multimediale e l’implementazione di un sito web con relativa applicazione mobile. In più, la costruzione di una scalinata dal cortile del convento al giardino panoramico per consentire ai fruitori l’accesso diretto dalla piazza alla grotta. “I lavori sono finalizzati a garantire la sicurezza dei visitatori. La valorizzazione della grotta – ha affermato il sindaco Pasquale De Rose – può rappresentare un elemento da traino per il turismo religioso, culturale, che nel Comune di Altilia si declina in palazzi finalmente ricostruiti e ristrutturati, piazze e chiese di buona valenza artistica e architettonica, vinelle e scorci nonché punti panoramici da lasciare senza fiato”.

Gaspare Stumpo

Data: 20 maggio 2019.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com