“Camicette bianche oltre l’8 marzo” ed altri. Presentati a Parenti i libri della scrittrice siciliana Ester Rizzo

“Camicette bianche oltre l’8 marzo”, “Le mille”, “Le Ricamatrici”, questi i tre libri di Ester Rizzo, giornalista e scrittrice siciliana che si occupa di tematiche relative al mondo del femminile. Nei giorni scorsi, dopo aver presentato i suoi lavori in Basilicata, ha fatto tappa nel Savuto, a Parenti (nella foto). Una giornata dedicata a studenti e appassionati per argomentare e far riflettere sul ruolo della donna nella società meridionale e non solo: donne ai margini, vittime di prevaricazioni sociale, di diritti negati. Storie d’un passato che come nell’incendio di New York, nel lontano 1911, morirono nell’incendio della fabbrica di “camicette bianche”. Grazie all’opera di Ester Rizzo rivivono, hanno un nome. Età, provenienza geografica e religione, donne e mamme, accomunate dal coraggio, operaie in terra straniera. Vittime ignare d’un crudele destino. Ester Rizzo ne ha ricostruito il profilo, a partire dagli atti di nascita, visitando i loro paesi di origine, seguendole nel viaggio verso gli Stati Uniti fino ad un attimo prima della tragedia. Un lavoro che è servito a riportare il loro ricordo ed i lori sacrifici “oltre l’8 marzo”. Oggi come ieri, donne sui barconi che fuggono da un destino segnato chissà da chi e per quali colpe, verso l’incerto. Ed ancora operaie come per le “ricamatrici”. Lettura avvincente, coraggiosa, se si vestono i panni di quelle donne che in Sicilia dissero no ai soprusi, alle angherie, allo sfruttamento, al lavoro mal pagato da multinazionali. Lavoratrici che caparbiamente attirarono a se l’attenzione dei media nazionali raccontando le loro storie, subendo intimidazioni ed isolamento anche a causa della mafia. Siamo nella Sicilia degli Anni ‘70. Bisogna fermarsi, leggere e parlare di queste donne, del mondo di oggi pensando a quello di ieri. Riflettere su come migliorare per non regredire. Occorre fermarsi per non dimenticare scrivendo di un mondo che vogliamo diverso.

Massimiliano Crimi

Data: 20 maggio 2019.

Fonte: ‘Parole di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com