Fasi finali ai Campionati Nazionali Studenteschi di Calcio a 5 per le ragazze dell’Istituto Comprensivo di Rogliano

LA SCUOLA del Savuto si conferma al top nelle manifestazioni artistiche, culturali e sportive a carattere nazionale. Dopo il successo al Teatro San Carlo di Napoli che ha garantito all’ensemble di istituto il primo posto (ex aequo) di categoria alla rassegna scolastica “I Got Rhitm – Omaggio a Gershwin e al Musical”, il Comprensivo di Rogliano ha realizzato un ottimo risultato alla fase finale del Campionato Nazionale di Calcio a 5, che si è svolto a Giulianova, in provincia di Teramo. Cinque giorni trascorsi all’insegna di un sano agonismo e con la voglia di fare esperienze importanti di crescita umana non solo sportiva. Un evento vissuto con grande entusiasmo dalle ragazze guidate dal professor Leonildo Russo che hanno avuto modo di esprimere il loro talento ottenendo ben quattro vittorie contro Toscana, Basilicata, Umbria ed Emilia Romagna, giungendo a disputare la finale per il terzo e quarto posto con il Molise. Una tappa importante, dunque, che rientra in un programma di attività extracurriculari in funzione del progetto “Ragazze in gioco” promosso dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione (Miur) che ha l’obiettivo di promuovere il calcio ma anche (e soprattutto) di sensibilizzare i giovani al rispetto, al tifo corretto e all’inclusione sociale. Alla manifestazione abruzzese hanno preso parte atleti in rappresentanza di venti regioni, che hanno gareggiato in cinque gironi di quattro squadre con la formula “all’italiana” e con partite di sola andata. Il programma ha riservato un “terzo tempo” dedicato alla esposizione e alla degustazione di prodotti tipici territoriali. Formata da Giorgia Armini, Benedetta Bianco, Giada Crispino, Sofia Grandinetti, Nicole Pia Gualtieri, Maria Rosaria Nicoletti, Elena Nucci, Siria Perri, Morena Rizzuto e Serena Vizza, la compagine del Savuto (nella foto) si è collocata nell’élite italiana del Calcio a 5 per studenti. Un successo frutto di un lavoro di preparazione (e di organizzazione) avviato tre anni addietro con risultati importanti sia a livello regionale che extraregionale. Un gruppo affiatato, vincente per la capacità di stare insieme e sostenersi, che ha partecipato anche all’evento “Il calcio che amiamo” nell’Aula Paolo VI° con Papa Francesco. “A Rogliano ho trovato un gruppo di ragazze e genitori fantastici. Lo sport nelle scuole deve sostenere i giovani nella crescita, abituarli a stare bene con se stessi e con gli altri. In circa dieci anni abbiamo portato trenta squadre di varie discipline alla ribalta nazionale a testimonianza che il nostro – ha spigato il professor Russo – è un istituto vivo, al passo coi tempi, che opera rapportandosi con le famiglie e con la realtà locale”.

Gaspare Stumpo

Data: 05 luglio 2019.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com