Minoranze consiliari si riuniscono a Santo Stefano di Rogliano. Alla base della iniziativa il confronto su idee e proposte per la valorizzazione del territorio

NELLA SPLENDIDA cornice del seicentesco Palazzo Parisio (nella foto) di Santo Stefano di Rogliano, spinti dalla passione di servire le Comunità e il territorio, con una visione sistemica e produttiva, si sono incontrati i gruppi consiliari delle minoranze presenti nei Comuni del Comprensorio Savuto: Altilia, Grimaldi, Malito, Belsito, Piane Crati, Mangone, Santo Stefano di Rogliano, Rogliano, Marzi, Bianchi, Scigliano.

Le finalità e gli scopi prefissi dall’incontro sono stati all’inizio della seduta illustrati dal capogruppo consiliare della minoranza del Comune di Santo Stefano di Rogliano, Ida Paola Cerenzia e da Pino Albo, già sindaco di Grimaldi, oggi consigliere comunale di minoranza del Comune. Nel corso della partecipata riunione sono intervenuti tutti i rappresentanti dei gruppi consiliari, che hanno sottolineato e apprezzato l’importanza dell’iniziativa intrapresa finalizzata ad agevolare l’incontro di esperienze diverse che si vivono all’interno dei Consigli comunali, organi plurali chiamati a rappresentare gli interessi dei cittadini e del territorio. Tra le finalità che si intendono perseguire con l’iniziativa si annovera il desiderio di affiancare i gruppi di minoranza nell’attuazione di compiti e funzioni che garantiscono il controllo delle attività istituzionali, promuovendo il confronto sulle idee, sulle proposte tese a valorizzare le risorse di interesse locale, rivolgendo lo sguardo al territorio, all’ambiente e alle capacità oggettive racchiuse nel Comprensorio Savuto. Nel corso del nutrito dibattito si è parlato di promuovere percorsi formativi e informativi sulla complessa materia legislativa e normativa che interessa gli enti locali chiamati a svolgere un ruolo di primo piano nell’attuazione di politiche di sviluppo innovativo e propulsivo. Il dibattito ha messo in risalto la volontà di svolgere una la funzione di interlocuzione con le istituzioni sovracomunali (Regione, Provincia e organismi associativi), interpretando le esigenze nuove che provengono dal mondo giovanile, dalle attività produttive, dalla ricerca e dalla scienza.

Con la riunione odierna – è stato ribadito da più parti- si è avviato un processo di comunicazione attiva tra i gruppi di minoranza consiliare che, oltre a fornire l’opportunità di conoscere e di conoscersi, incentiva percorsi di agibilità democratica che nei piccoli borghi si sta affievolendo per la disaffezione che si avverte verso tutto ciò che riguarda la politica e le istituzioni. Durante il dibattito, oltre a Ida Paola di Cerenzia del Comune di Santo Stefano di Rogliano e di Pino Albo di Grimaldi, sono intervenuti i consiglieri: Cristina Guzzo e Mario Buffone di Rogliano, Tiziana Garofalo di Marzi, Marcello Mazza di Piane Crati, Francesco Domanico, Aldo Pirillo e Carmine Naccarato di Mangone, Pino De Rose di Belsito, Paolo Fiorillo di Altilia, Attilio Rino di Grimaldi, Francesco Perri di Bianchi, Franco Garofalo di Santo Stefano di Rogliano. I consiglieri torneranno a riunirsi a breve scadenza per proseguire il proficuo confronto e definire gli aspetti legati all’organizzazione.

Data: 04 settembre 2019.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com