Ottava edizione di “Gulia Urbana”. Murales spettacolari a Rogliano, Mangone e Parenti

“E’ stata una bellissima edizione. Sui canali social <Gulia Urbana> resteremo attivi per promuovere la bellezza del nostro territorio”. Così Giacomo Marinaro, ideatore e art director dell’evento che fa capo all’associazione “Rublanum”. <Gulia Urbana> è un progetto che intende valorizzare gli spazi urbani attraverso l’implementazione di iniziative legate alla Street Art. Otto edizioni di successo grazie alla presenza di street artist di fama internazionale che hanno ideato (e realizzato) opere di grande impatto estetico, molto significative sia per quanto riguarda l’aspetto artistico, sia per quanto riguarda l’aspetto comunicativo. Muri, scalinate e pannelli utilizzati a mo’ di tele all’interno  dei centri storici: quartieri e strade che hanno ripreso colore e regalato emozioni per il messaggio e la spettacolarità delle forme. “Realizzare un murales – hanno spiegato gli organizzatori – durante il Gulìa Urbana, quindi in un contesto progettuale ben delineato, significa avere un dialogo con l’artista per un lungo periodo e avere uno scambio di idee su temi che possono essere affrontati attraverso le tecniche artistiche personali dell’artista e di conseguenza manifestare queste idee su  muro offrendo al passante nuovi spunti di riflessione”.  La Street Art, dunque, come forma di cultura post-moderna, impattante ed estremamente fruibile, alternativa ma popolare. Tredici, quest’anno, gli artisti che hanno aderito alla proposta degli operatori della “Rublanum”: Dimitri Taxis (Atene), Kraser (Murcia), Tony Gallo (Padova), Psiko (Ferrara), Luca Ledda (Torino), Boogie (Padova), Trols (Catanzaro), Punch311 (Catanzaro), Zeta (Catanzaro), Oniric (Latina), Otaf (Latina), Zoto (Latina). L’evento si e’ svolto tra Rogliano, Parenti e Mangone.

Gaspare Stumpo

Data: 03 ottobre 2019.

Fonte: ‘Parola di Vita’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com